in ,

Roma Università La Sapienza: donna candidata a Rettore, la prima in 711 anni

Si chiama Tiziana Catarci ed è ingegnere elettronico. E’ la prima donna nella storia dell’Università La Sapienza di Roma ad essere candidata a diventare Rettore. Noi (uomini) nemmeno ce ne accorgiamo.

rita levi montalcini

Noi (uomini) la prendiamo come una notizia di colore. Che ti fa dire: “Pensa un po’?!”. E: “711 anni sono tanti”. Le donne, alcune, speriamo parecchie, non pensano esattamente la stessa cosa. Per loro, che una donna sia candidata a divenire Rettore dell’Università La Sapienza di Roma è una conquista. Mai nessuna ce l’aveva fatta. Di certo a voi che leggete non è sfuggito, ma non stiamo parlando di “donna Rettore”. Ma di “donna candidata Rettore”.

La prima in 711 anni di storia dell’Università romana. A questo punto è il momento che anche noi (uomini) ci facciamo venire qualche pensiero. Primo: siamo messi male in Italia. Secondo: chissà in Norvegia quante donne Rettore ci sono? Terzo: ma chi c’ha voglia di andare a controllare quante donne Rettore ci sono in Norvegia! Ed è qui che tutto si ferma. Il nostro contributo alla battaglia per il giusto riconoscimento della parità femminile si ferma per ignoranza e pigrizia. Noi (uomini) dovremmo essere scalzati dal 50% dei posti di potere solo per questo.

drone per salvare i campi di mais 2014

Barilla: offerte di lavoro

nesw italia

Yara Gambirasio, il pm Dettori contro Alfano: “Esiste presunzione d’innocenza”