in ,

Ron: «Lucio Dalla? Lo rivedo in Mahmood»

Ron, uno dei cantautori italiani dalla carriera più lunga, torna a parlare del suo amico e collega Lucio Dalla. I due artisti hanno sempre avuto un legame che andava oltre la musica. Ron, nel 2019, ha deciso di omaggiare Lucio Dalla con un album e un tour in suo onore.

ron mahmood

leggi anche: Ron, vita privata e carriera: l’omaggio a Lucio Dalla al Festival di Sanremo 2018

Lucio!!, l’album omaggio

Il nuovo album di Ron si chiama Lucio!!, è una raccolta di 11 brani di cui 8 duetti registrati durante il Live di Verona un anno fa. Hanno partecipato a questo nuovo lavoro cantautori e artisti italiani di spicco tra cui: Massimo Ranieri, Fiorella Mannoia, Alice, Serena Autieri, Luca Carboni, Paola Turci, Gigi D’Alessio, Ornella Vanoni. Ron porterà in tour il nuovo disco a partire da fine maggio dal teatro San Domenico di Crema.

Dopo tanti anni di silenzio solo ora Ron decide di tornare a parlare del suo caro amico. Fino a poco tempo fa aveva deciso di non dire nulla su Lucio Dalla e oggi ne spiega le ragioni «Perché lo facevano tutti, nel bene e nel male. Si è mancato di rispetto. Per me se ne era andato un grande amico e non è stato facile, ma ho deciso di mettermi da parte». Il cantautore racconta con commozione quanto sia grande l’emozione di riportare sul palco la musica del suo amico. «Il suo repertorio lo conosco a memoria, ma scopro ancora tante sfumature e ogni volta mi sono chiesto come faceva a scrivere tante belle cose così»

mahmood lucio dalla ron

leggi anche: Lucio Dalla, quarant’anni fa l’uscita dell’omonimo album: stasera il maxi concerto a Bologna

Il nuovo “erede” di Lucio Dalla

Ron si ferma a ricordare il talento del proprio amico e lascia tutti a bocca aperta affermando che se nella musica italiana attuale c’è un “erede” di Lucio Dalla questo potrebbe essere Mahmood. «Non perché ha vinto Sanremo. È un personaggio strano, una persona interessante, fascinosa, quello che ha cantato è scritto bene. Mahmood potrebbe essere simile a un personaggio come Lucio, mi piace molto. Appena l’ho visto uscire sul palco mi ha colpito subito, ho capito che non era tutto italiano e questo mi ha fatto ancora più simpatia. E poi mi piace il suo modo di essere, credo sia una persona molto intelligente». Poi ha aggiunto: «Lui è un artista. Non ce ne sono molti che hanno quel fascino, quell’originalità tipica di un artista. Oggi pare che tutti vadano dietro un copione. Se non sei in radio non sei nessuno. Questo è molto triste».

Leroy Merlin offerte di lavoro: nuove assunzioni in Italia, posizioni aperte, requisiti, come candidarsi

Grande Fratello 16, scontro tra Valentina Vignali e Soleil Sorge