in

Rosa cenere, a Bologna una mostra ricorda l’omocausto

Dal 27 al 31 gennaio il Cassero di Bologna ricorderà la tragedia dell’omocausto con una mostra di illustrazioni.

Rosa Cenere mostra Bologna

In occasione delle iniziative dedicate al Giorno della Memoria, che si celebra il 27 gennaio, verrà inaugurata “Rosa cenere”, un’esposizione di illustrazioni e fumetti nata dalla collaborazione di Peopall, gruppo di volontari del Circolo Arcigay Il Cassero di Bologna in collaborazione con Renbooks.

Diciannove sono gli illustratori vicini alle istanze LGBT che hanno aderito alla proposta di raccontare, mediante il loro talento, le esperienze di 11 vittime, gay e lesbiche, delle deportazioni naziste cogliendo il lato più intimo e umano delle loro storie.

Tra le undici storie vere illustrate alcune sono già note, come quelle di Heinz Heger e Pierre Seel che con le loro pubblicazioni hanno aperto la strada alle prime ricerche sugli omosessuali deportati, altre invece sono state recuperate negli archivi online, come quella di Henny Schermann, una delle poche donne deportate anche perché lesbica.

Protagonista delle illustrazioni il rosa, che richiama il colore del triangolo che nei campi di concentramento veniva apposto come segnale distintivo sui camici degli omosessuali.

Un’occasione unica per fare memoria sull’omocausto, una tragedia che – come ricorda presenta Vincenzo Branà, presidente del circolo Arcigay il Cassero – non viene insegnata e tuttora non fa parte di un patrimonio condiviso.

L’inaugurazione avverrà alla presenza della bolognese Lucy, sopravvissuta ai campi di concentramento. La mostra rimarrà in esposizione fino a venerdì 31 gennaio.

Per saperne di più e conoscere tutti gli eventi a Bologna per ricordare l’omocausto, visita la pagina dedicata.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Nomadi concerto per alluvione 2014

Concerto per la popolazione alluvionata in Emilia, a Modena il 28 febbraio 2014

Anticipazioni Il segreto domenica 26 gennaio: Donna Agueda è la madre di Pepa