in ,

Rosy Abate – La serie, le parole di Pietro Valsecchi: “Lunga vita a Rosy Abate”

Continua il successo di Rosy Abate – La serie. Dopo la messa in onda della terza puntata dell’amatissima fiction Mediaset con protagonista Giulia Michelini, a parlare è stato Pietro Valsecchi. Il produttore ha sancito il successo proclamando: “Lunga vita a Rosy Abate“. I telespettatori potranno contare su un seguito? Come annunciato da Tv Sorrisi e Canzoni pare proprio di sì. Gli sceneggiatori sono già all’opera.

Leggi qui tutte le news sulle fiction Mediaset 

Pitro Valsecchi, con una nota stampa, ha fatto sapere: “Lo straordinario successo di pubblico, in tv su Canale 5 e sui social, di ‘Rosy Abate la serie’ ha proiettato il personaggio già protagonista di Squadra Antimafia nell’empireo delle figure mitiche della fiction italiana, accanto al commissario Cattani o a Montalbano” ed aggiunto: “Ma a rendere unico questo fenomeno non è solo l’indubbia popolarità e affetto da parte degli spettatori, ma una serie di ulteriori elementi totalmente nuovi nell’immaginario creato dalla serialità italiana“. Cosa piace tanto di questa fiction al pubblico televisivo? Secondo Valsecchi: “Prima di tutto il fatto che Rosy Abate è un personaggio femminile – e nel panorama italiano è già un’eccezione – protagonista non di storie d’amore o di commedie famigliari, ma al centro di una fiction action-poliziesca“.

Rosy Abate la serie seconda puntata

Insomma Rosy Abate è: “Un’eroina totalmente nuova per le serie italiane abituate a imbrigliare le donne in ruoli stereotipati, in cui di solito risaltano come qualità dominanti il fascino o le relazioni sentimental/famigliari. Rosy al contrario è dura, determinata, capace di comandare sugli uomini, e anche, drammaticamente, di uccidere: una donna controversa, mafiosa e insieme madre, vendicativa ma con un senso di giustizia viscerale”.  Il personaggio di Rosy Abate sancisce, in un certo senso la rivincita delle donne: “Rosy Abate rompe quindi lo schema classico dell’eroe della fiction italiana, maschio e sempre dalla parte giusta, e riesce a farlo in un panorama televisivo completamente cambiato rispetto a quello i cui si sono affermati i Cattani e i Montalbano, un panorama multi canale e multi piattaforma dove affermarsi nell’immaginario collettivo è impresa sempre più ardua“.

Rosy Abate la serie seconda puntata

barbara d'urso pomeriggio 5

Barbara d’Urso paparazzata a Milano: dalla vecchia fiamma ai regali di ammiratori segreti (FOTO)

Diretta Livorno – Arezzo dove vedere in tv e streaming gratis Coppa Italia Serie C