in ,

Rouen, il secondo attentatore era già schedato: i servizi avevano avvertito “Sta per colpire”

A 48 ore dall’attacco in una Chiesa di Rouen, in Francia, è stato identificato anche il secondo attentatore: si tratta di Abdelmalik Petitjean ed era il ricercato numero uno su tutto il territorio francese da cinque giorni.

La polizia francese conosceva il secondo attentatore che ha sgozzato il prete 86enne nella chiesa di Rouen o, almeno, ne conosceva il volto: cinque giorni prima dell’attentato, infatti, i servizi d’informazione di un Paese straniero avevano messo in allarme la polizia francese inviando la foto di un giovane accompagnata dalla nota “E’ in Francia, sta per commettere un attentato”. A poche sono a valse le ricerche su tutto il territorio nazionale vista la mancanza di informazioni più precise: la polizia ha infatti scoperto l’identità di quel ragazzo solo cinque giorni dopo, quando aveva già commesso l’atroce attentato nella Chiesa di Rouen.

La sua identità è stata confermata dopo le perquisizioni a casa di Adel Kermiche, il primo attentatore identificato, dove la polizia ha trovato i documenti del giovane, potendo così associare un volto al ricercato numero uno da cinque giorni: “Non può essere lui, non è stato lui, mio figlio è dolce, gentile, non è un mostro. È andato a trovare un cugino in Lorena” aveva detto la madre del giovane dopo le perquisizioni fatte nella sua abitazione volte a confermare l’identità del secondo killer attraverso l’analisi del DNA. Secondo alcune fonti ancora non confermate, Abdelmalik da qualche giorno vive insieme ad Adel Kermiche con cui, probabilmente, aveva anche fatto giuramento all’Is: l’agenzia di comunicazione Amaq, infatti, ha condiviso ieri un video in cui si vede Kermiche al fianco di un giovane, quasi sicuramente Abdelmalik, mentre giurano fedeltà al Califfato.

Venezia 74

Mostra del cinema di Venezia 2016, per le “Giornate degli Autori” protagonista Rocco Siffredi: le ultimissime

Ghostbusters film 2016, il trailer del reboot al femminile firmato da Paul Feig