in

Royal baby, giallo sulla nascita: Meghan Markle ha davvero partorito in ospedale?

E’ nato un vero e proprio giallo intorno al parto di Meghan Markle, moglie del principe Harry. Un mistero che ogni giorno si infittisce sempre di più. La stampa inglese si è scatenata sull’ipotesi che Meghan non abbia partorito in casa, come è solito per le donne della famiglia reale. Ma si sa l’ex attrice americana sin da subito non ha mai rispettato il protocollo reale e sicuramente ha deciso di fare di testa sua anche con la nascita del suo primogenito. Un primogenito che a quanto pare non ha ancora un nome o per lo meno non è stato reso ancora pubblico. In Inghilterra i sudditi della regina Elisabetta stanno scommettendo su Arthur, Albert o Alexander. Chi vincerà?

Leggi anche –> Meghan Markle ha partorito, a chi somiglia il Royal Baby? Spuntano le foto di lei da bambina

Dove ha partorito Meghan Markle?

L’ipotesi accreditata fino a ieri di un parto in casa per Meghan Markle è stata smentita da tutti i tabloid britannici. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, l’ex attrice di ‘Suits’ avrebbe dato alla luce il suo primogenito in: «Un ospedale di Londra: probabilmente il Portland dove un parto standard costa 15.000 sterline». Un parto costoso se calcoliamo che in euro sono ben 17.500. La clinica è nota alla casa reale perché ha già ospitato la nascita delle principesse Beatrice e Eugenie. Il Mail, grazie ad una fonte per informata, ha anche rivelato che una squadra di Scotland Yard e lo stesso Harry hanno accompagnato Meghan in clinica domenica 5 maggio, giorno prima della nascita. Un altro giornale inglese il Sun ha fatto sapere che Meghan e il royal baby sono stati dimessi dall’ospedale nelle prime ora di lunedì mattina, poco dopo il parto. Mamma e bebè ora si troverebbe nella  loro casa, Frogmore Cottage, sui terreni del castello di Windsor.

 

Perché Meghan non ha partorito in casa?

Una domanda che molti sudditi inglesi si stanno ponendo è: «Perché Meghan Markle non ha partorito a casa?» Due sono le risposte ipotetiche si possono dare a questa domanda. Un primo ostacolo alla nascita del royal baby in casa è stata sicuramente l’età di Meghan Markle, a 37 anni è pericoloso partorire per la prima volta in casa. Un secondo ostacolo è stato il fatto che si fosse superato da giorni il termine della gravidanza e questa cosa poteva essere dovuta anche a problemi strettamente legati alla salute del bambino. Chiarito, più o meno, il ricovero nella clinica, ora non resta che aspettare le presentazioni ufficiali, che dovrebbero avvenire nella giornata di oggi 8 maggio 2019. 

Leggi anche –> Royal Baby è nato: perché Meghan Markle e Harry corrono lo stesso «rischio» di Lady D

Diletta Leotta Instagram, la ‘manina morta’ di Paolo Ruffini fa impazzire la giornalista

Mediaworld offerte di lavoro: nuove assunzioni e opportunità di stage in Italia