in

Rugby Sei Nazioni 2016, Francia-Italia 23-21: agli azzurri il cuore non basta

Una buona Italia del Rugby ha dato vita alla partita inaugurale del “Sei Nazioni” al cospetto della Francia: gli azzurri, guidati da Jacques Brunel, hanno provato a portare a casa il successo contro i transalpini allo “Stade de France”. Il cuore non è servito, la buona volontà neanche: piccole disattenzioni non consentibili al cospetto di una selezione come quella francese contro cui, la nazionale azzurra, non vince ormai dal 2013. Punteggio finale 23-21 per i padroni di casa con la Francia nonostante un finale costante nella metà campo dei locali: il risultato conclusivo ha punito gli azzurri che ha provato l’ultimo attacco per oltre due minuti prima di chiudere con il calcio di Parisse non andato a buon fine.

La squadra di Jacques Brunel, con una selezione particolarmente sperimentale dati i tanti volti nuovi, ha messo in difficoltà la Francia soprattutto nel primo tempo: all’iniziale vantaggio azzurro ha risposto bene la squadra di casa portandosi sul parziale di 5-3; a pochi minuti dalla fine della prima frazione ancora Italia avanti ma dopo neanche cinque minuti la Francia ha realizzato una nuova meta chiudendo il primo tempo sul 10-8. In avvio di ripresa Canna realizza il calcio di punizione per l’Italia e porta il parziale sul 10-11 e, qualche giro di lancetta più tardi, arriva il bis con Canna che porta la palla in meta; passano appena sessanta secondi e gli azzurri volano sul 10-18 e iniziano a sognare un successo insperato.

Tutto cambia negli ultimi dieci minuti di gioco: la Francia si riporta sotto con la meta realizzata da Plisson; sempre il giocatore francese ha realizzato il 20-18 parziale a cui l’Italia ha risposto con Haimona capace di trasformare il calcio di punizione vincente per il risultato di 20-21. L’arbitro, nel finale, ci mette del suo non segnalando una punizione per gli azzurri e, proprio su quest’ultima azione, Plisson ha realizzato il calcio decisivo che ha fissato il punteggio sul 23-21 finale.

riforma pensioni 2016 lavoratori precoci Opzione Donna

Riforma pensioni 2016 ultime novità: pensione anticipata e flessibilità, lavoratori precoci, esodati e lavoratrici solidali

Leicester Ranieri

Manchester City – Leicester 1-3: la favola di Robert Huth