in ,

Russia Attentato: 22enne kirghiso autore della strage? Ecco cosa sappiamo

La Russia si sveglia il giorno dopo con 14 morti e 45 feriti gravi. Una strage che avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori se entrambi gli ordigni fossero esplosi. Ma cosa sappiamo sull’identità dei due attentatori che ieri hanno piazzato due ordigni sulla metropolitana blu di San Pietroburgo?

—> TUTTO SULL’ATTENTATO IN RUSSIA

Anzitutto, sono due gli uomini ricercati, come due sono gli ordigni. Nella serata di ieri è stata smentita l’ipotesi che uno dei sospetti sia un uomo ripreso dalle telecamere a circuito chiuse della metro. L’immagine ritrae un uomo in un copricapo di feltro di foggia islamica/centroasiatica. Indossa un lungo pastrano scuro, ed entra nella stazione metro di Sennaia 20 minuti prima dell’esplosione dell’ordigno. Ma dopo aver visto la sua foto su tutti i media, si è presentato spontaneamente alla polizia per negare ogni coinvolgimento nella strage.

—> TUTTO SUL MONDO DELLE NEWS

Non si esclude, invece, ancora la pista dei Kamikaze, seppur non confermata. A dare un primo identikit del presunto esecutore della strage è il  portavoce dei servizi di sicurezza, Rakhat Saoulaimanov: secondo le autorità della Repubblica del Kirghizistan è un 22enne originario del paese dell’Asia centrale, Akbarjon Djalilov. Il giovane avrebbe preso la nazionalità russa.  Infine, come riporta il sito Gazeta.ru citando una fonte tra gli inquirenti,  l’ipotesi più accreditata è quella di un attentatore venuto dal Caucaso, la regione che include tra le altre nazioni, Cecenia e Daghestan, spine nel fianco del governo di Mosca.

Selfie le cose cambiano 2 cast: Tina Cipollari insieme al marito Chicco Nali?

Megalesia, oggi si festeggia il primo giorno di festa romana, ecco le sue origini

Megalesia: oggi 4 aprile 2017 è il primo giorno di questa festività romana