in ,

Russia, nonna squartatrice: su un diario i dettagli dell’orrore

Emergono nuovi agghiaccianti particolari sulla vicenda che ha come protagonista Tamara Samsonova, la pensionata 68enne originaria di San Pietroburgo arrestata qualche giorno fa perché accusata di avere ucciso almeno 12 persone, fatto a pezzi e in parte mangiato i loro corpi.

La ‘nonnina squartatrice’ – così è stata ribattezzata dai media russi – ha ammesso candidamente davanti ai giudici le sue responsabilità. All’apparenza docile e disponibile con tutti, sempre pronta ad aiutare gli altri, in 20 anni è stata capace di commettere i più efferati delitti, annotando su un diario i macabri dettagli dell’orrore inflitto alle sue vittime innocenti.

Nonna Tamara ha confessato 11 omicidi, ma gli inquirenti sospettano che siano almeno 14 le persone cadute nelle grinfie della serial killer. Dalle indagini è emerso che la crudele pensionata avrebbe fatto a pezzi un’amica a causa di un piccolo litigio per chi avrebbe dovuto lavare i piatti. Secondo quando la killer rea confessa avrebbe dichiarato davanti al giudice, inoltre, l’ultima delle sue vittime sarebbe stata ancora viva quando ha iniziato a farla pezzi. Questo ed altri macabri dettagli dell’orrore tutti annotati in un diario sequestrato all’assassina.

Ultime notizie calciomercato Napoli: Bielsa si dimette, salta una trattativa

Valencia Roma

Valencia-Roma risultato finale 1-3: video gol e highlights più sintesi Trofeo Naranja