in ,

Russia: schierati 28 aerei da combattimento sul territorio siriano

La Russia continua le sue operazioni militari in Siria, portandole ad un step successivo. Nella giornata di oggi il governo del Cremlino ha schierato 28 aerei da combattimento in territorio siriano. Un’operazione che va ad affiancarsi alle altre già effettuate nei giorni scorsi, dove Putin aveva disposto l’invio di soldati, carri armati, e la costruzione di piste di atterraggio.

SIRIA: LA RUSSIA INTENSIFICA GLI AIUTI MILITARI ->>

La notizie è arrivati da alcuni fonti statunitensi, che hanno fatto trapelare l’inizio delle operazioni militari della Russia in Siria. E proprio oggi è arrivato il tanto atteso confronto tra Vladimir Putin ed Benjamin Netanyahu. Il premier israeliano, preoccupato dalla presa di posizione della Russia nel territorio medio orientale, ci teneva a chiarire le posizione dei due stati, assicurandosi che le operazioni dei relativi eserciti non siano reciprocamente interferite. Rassicura Putin:” le azioni militari russe sono state e saranno sempre molto responsabili”.

Da Damasco arriva inoltre la notizia di un bombardamento all’ambasciata russa. Un atto, che il ministro degli esteri del Cremlino ha fermamente condannato:”Ci aspettiamo una posizione chiara nei confronti di questo atto terroristico da parte di tutti i membri della comunità internazionale” e dei “partiti regionali”.

whatsapp chiamate voce

Whatsapp web pc: il virus che viola il vostro account, come evitarlo

Un medico in famiglia 10 anticipazioni

Un Medico in Famiglia 10 anticipazioni: il ritorno di Ciccio e tanti problemi per Tommy