in

Ruzzle: gioco di parole simile allo Scarabeo

Sta diventando una mania per chi ha tra le mani uno smartphone. La tentazione è irresistible. Si scarica l’app, si attende che qualche altro navigatore ci sfidi in una gara su tre round di due minuti ciascuno

ruzzle

Lo schema è semplice. E’ composto da sedici lettere inserite alla rinfusa. Il giocatore deve comporre il maggior numero di parole di senso compiuto usando quelle lettere senza staccare mai il dito dal display e scivolando in tutte le direzioni (ma senza saltare una casella).

Si racconta di sfide infinite che si protraggono fino a notte fonda. Di partite che riempiono gli spazi vuoti della giornata.

Chi è in coda alle poste, chi è in tram, in metropolitana non  può resistere alla Ruzzle-Mania. Pochi secondi e si comincia a torturare le sinapsi alla ricerca di parole lunghe e che assicurino il punteggio più elevato.

E poi tutti su Facebook o Twitter per vantarsi dei propri record. Attenzione, però. C’è pure una classifica e per entrare nei primi 25, che sono visibili sugli smartphone di tutti i giocatori, c’è pure chi ricorre a mezzucci.

Quali? Fotografare lo schema e scegliere le venti, trenta parole che regalano più punti per vincere regolarmente tutte le partite. Meschino, ma terribilmente italiano.

inviati le iene

Tv, tornano Le Iene: stasera prima puntata del 2013

Cavani Giocatore del Napoli

Napoli-Palermo Risultato Finale 3-0