in

Ryanair nuove regole bagaglio 2018: Enac richiama la compagnia, il motivo

Di fatto finisce un’era. Dal primo novembre non sarà più possibile infatti portare a bordo gratuitamente i trolley fino a 10 chili. Ma come funzionerà d’ora in poi? La compagnia di volo low-cost ha pubblicato sul proprio sito le risposte ai dubbi più frequenti dei passeggeri sulle nuove regole. Prima tutti i clienti che non avevano acquistato l’Imbarco Prioritario potevano portare gratuitamente in cabina un bagaglio a mano più piccolo e un bagaglio più grande (trolley). A partire da novembre, i clienti che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario potranno portare in cabina solo un bagaglio a mano gratuito piccolo delle dimensioni massime di 40x20x25. Solo i clienti che hanno acquistato l’Imbarco Prioritario potranno continuare a portare a bordo gratuitamente due bagagli (un bagaglio più piccolo + un trolley).

Le tariffe per i bagagli Ryanair dal 1 novembre

I passeggeri senza imbarco prioritario dovranno pagare per registrare il bagaglio da 10kg. Se il pagamento sarà fatto al momento della prenotazione iniziale il costo sarà di 8€, altrimenti, se aggiunto successivamente alla prenotazione (fino a 40 minuti prima dell’orario di partenza previsto) il costo sarà di 10€. Il bagaglio registrato da 10kg dovrà essere depositato al banco consegna bagagli prima di passare il controllo di sicurezza. Se la registrazione sarà fatta al banco deposito bagagli dell’aeroporto il costo sarà di 20€, altrimenti, mentre al gate di imbarco sarà di 25€. Le dimensioni massime del bagaglio a mano piccolo gratuito sono 40x20x25. I bagagli piccoli vanno posizionati sotto al sedile di fronte al nostro. Se il bagaglio piccolo non si adatta al nuovo misuratore, avverte Ryanair, ciò significa che è più grande del 25% rispetto alle misure consentite. In questo caso bisognerà pagare una tariffa pari a €25 sul bagaglio che sarà imbarcato in stiva.RYANAIR sciopero 10 agosto 2018

Ryanair, Enac richiama la compagnia: il motivo

L’Enac “ha scritto alla compagnia Ryanair per chiedere chiarimenti e per richiamare il vettore ad applicare in modo corretto le condizioni di trasporto”. A riferirlo all’Adnkronos è l’Ente nazionale per l’aviazione civile riguardo alla nuova politica del vettore aereo sui supplementi applicati ai bagagli. Dal primo novembre, infatti, per le prenotazioni effettuate dal primo settembre 2018 – ha spiegato la low cost – non sarà più possibile imbarcare in stiva gratuitamente le valigie che pesano fino a dieci chili ma bisognerà pagare 8 euro. Una decisione che, a giudicare dai commenti condivisi sulla pagina Facebook Ryanair, non è piaciuta a tanti clienti, generando anche sui social malumori e indignazione.

 

“Uomini e donne”: il tronista cacciato da Maria De Filippi sarà nel programma “Detto, Fatto!”

Omicidio Manuela Bailo news: perizia psichiatrica per l’amante reo confesso?