in

Saldi estivi 2013, maxi sconti per scacciare la crisi

La crisi che il nostro Paese sta affrontando ha messo a dura prova l’attività dei commercianti italiani, i quali sperano di ottenere un guadagno dai prossimi saldi estivi: quest’anno cominceranno il 6 luglio (escluse Campania e Basilicata che hanno anticipato al 2) e si spera possano portar vantaggio sia ai negozianti sia agli acquirenti.

I saldi estivi 2013 si aprono con una disponibilità di magazzino superiore alla norma, perchè la stagione primaverile è stata fredda sia da un punto di vista metereologico sia dei consumi, registrando un calo del 4,6% di vendite. Per questo motivo, sconti con ribassi fino al 50% sul prezzo di cartellino da subito, anche se le associazioni dei consumatori hanno già preventivato una flessione degli acquisti rispetto agli scorsi anni, dovuta alla minore disponibilità economica degli italiani.

sconti

Secondo Roberto Manzoni, presidente di Fismo-Confesercenti, l’associazione di categoria degli esercenti moda Confesercenti, “i saldi di fine stagione sono un evento commerciale di grande importanza per il settore: tra quelli estivi ed invernali, valgono circa il 30% del fatturato delle imprese della distribuzione”. Tuttavia i fenomeni sempre più frequenti di promozioni straordinarie continue, talvolta effettuate nonostante i divieti imposti dalla legge, rischiano di danneggiare non soltanto le imprese del settore ma anche gli stessi consumatori, i quali non avranno più la possibilità di usufruire di sconti reali sui capi di fine stagione.

Occhio quindi ai prezzi esposti, già prima dell’inizio dei saldi,  non temendo eventualmente di denunciare il  commerciante che non rispetta le regole per gli sconti, diffidare degli esercizi che indicano gli stessi in modo generico e conservare sempre gli scontrini fiscali.

 

Alexander cocktail

barbara berlusconi

Curiosità Milan: la storia tra Barbara Berlusconi e Pato è finita