in

Salute, Europa sempre più miope: sotto accusa smartphone &co

I numeri non lasciano spazio ad alcun dubbio, è allarme miopia: a confermarlo uno studio condotto a Taiwan rivela che su 11mila studenti, l’80% era miope. A tal proposito, in occasione del Congresso internazionale di chirurgia della cataratta e della refrattiva, l’esperto e direttore dell’Ospedale Oftalmico Fatebenefratelli di Milano, Antonio Scialdone, si interroga sul rischio elevatissimo di avere, fra 30 anni, una generazione di miopi. Il dato è allarmante, soprattutto se si considera che trent’anni fa tale disturbo alla vista colpiva un europeo su cinque.occhiali miopia

Nella sue analisi l’attenzione è riposta sul cattivo uso che si fa di tv, pc, smartphone e tablet; tutta una serie di comportamenti sbagliati sono addotti come causa principale dell’aumento di questo disturbo visivo: “Troppo a lungo i giovani avvicinano gli occhi a questi schermi. Questo comporta un continuo sforzo di messa a fuoco, un prolungato accomodamento della vista a vedere da vicino”, spiega Scialdone, aggiungendo inoltre che le televisioni grandi sono da preferire a quelle con lo schermo piccolo, giacché non inducono i bambini ad avvicinarvisi troppo.

Un altro problema è la luce blu, diffusa dai led di smartphone e tablet. Questa penetra fino alla retina, dove provoca sfocatura e riduzione del contrasto. Ancora, secondo l’esperto, ad essere interessato dal danneggiamento sarebbe anche il  film lacrimale, a causa degli occhi poco stimolati all’ammiccamento (il battere delle palpebre) oltre che per un’esposizione troppo prolungata ad una luce artificiale.

 

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Calciomercato, l’agente di Gabbiadini: ” Resta alla Sampdoria”

Anticipazioni Beautiful lunedì 21 ottobre: Bill cerca di convincere Liam a scegliere Steffy