in

Salute, Ictus: riabilitazione “hi tech” con un guanto robotico

Ecco la tecnologia messa a disposizione della medicina: arriva dall’Italia un miracolo “hi tech” che consentirà di riabilitare la mano dopo un ictus, grazie all’uso di un guanto robotico. Il nuovo trattamento è in fase di sperimentazione già da sei mesi e si effettuerà a domicilio con l’ausilio di questo strumento di nuova invenzione. guanto riabilitativo

I risultati sembrano essere incoraggianti, almeno secondo le anticipazioni, visto che il tutto sarà ufficialmente presentato in occasione della giornata mondiale dell’ictus, domani 31 ottobre. Il progetto è tutto italiano ma con ramificazioni internazionali per ciò che concerne la comprovata efficacia del metodo. Il San Raffaele di Roma è uno dei tre partner clinici del progetto insieme a Roessingh Research and Development in Olanda e all’Università di Sheffield del Regno Unito, in collaborazione con Alice Italia Onlus.

Il dispositivo avrà la funzione di assistere i pazienti nel trattamento riabilitativo a domicilio, di regolare i loro movimenti e controllare i progressi fatti grazie ai vari esercizi riabilitativi, sempre più complessi. Il nuovo trattamento, chiamato Script, è finalizzato a garantire un progressivo e totale recupero dell’uso della mano e permetterà a medici e terapisti di monitorare da remoto, tramite una piattaforma web, i trattamenti prescritti.

Seguici sul nostro canale Telegram

Sami Khedira

Mercato, scambio in vista sull’asse Madrid-Londra?

Termometri al mercurio presto banditi

Stop al mercurio dal 2020: bandito perché nocivo e pericoloso