in

Salute, insetticidi: pericolosi per le donne in gravidanza

Gli esperti dell’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, rifacendosi ai risultati di uno studio americano sulla stretta correlazione tra la sindrome da iperattività o ADHD ed alcune sostanze contenute negli insetticidi, mettono in guardia le donne in gravidanza. Esiste infatti un elevato rischio per il nascituro di incorrere nella sindrome ADHD, qualora la futura mamma si esponga agli insetticidi.Insetticidi dannosi

Sarebbero due le sostanze responsabili dei disturbi neurologici: l’acetamiprid e l’imidacloprid. Si tratta  di due insetticidi della famiglia dei neonicotinoidi ampiamente utilizzati, uno dei quali collegato alla disinfestazione della popolazione delle api, e possono rappresentare un rischio per la salute umana. Possono alterare il sistema nervoso umano in via di sviluppo, come evidenzia una nota dell’Efsa che mette in guardia le donne incinte; l’Ue ha chiesto a scopo precauzionale di tagliare i livelli di esposizione, in attesa che si abbiano maggiori risultati dalla ricerca.

L’Efsa, che si è pronunciata in merito sotto esplicita richiesta della Commissione europea, propone di modificare i valori tossicologici di riferimento per queste due sostanze dannose, al fine di ridurre le dosi che potrebbero giungere alle persone attraverso l’aria, l’acqua e i cibi. Il provvedimento non può trascurare l’importante funzione esercitata dai pesticidi che permettono di proteggere le coltivazioni di alimenti vegetali dall’attacco di parassiti, funghi ed erbe infestanti, tuttavia mira ad arginare il rischio di danni di vario tipo alla salute, trattandosi di sostanze chimiche dannose anche quando assunte, per inalazione, in basse quantità ma continuative nel tempo.

 

Orlando Bloom

Orlando Bloom ha forse trovato un nuovo amore

Tafferugli alla Camera sul Decreto Imu-Bankitalia, Magda Culotta (PD): “Insulti sessisti da alcuni deputati M5S”