in

Salute, olio extravergine: la prevenzione del tumore inizia a tavola

Esiste una relazione tra il consumo di olio extravergine di oliva e la riduzione del rischio di cancro al colon. Nello specifico il polifenolo dihydroxyphenil ethanol manifesterebbe delle proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antitrombotiche, caratteristiche che attiverebbero una reazione molecolare capace di inibire la nascita e la crescita di patologie tumorali a carico del tratto terminale dell’intestino. tumore al colon

Sarebbe sufficiente la normale dose quotidiana di olio consigliata40 grammi– perché risultati di base si rendessero palesi. Lo svela una ricerca dell’Università di Siena, presentata il 6 novembre a Firenze nella sede della Regione Toscana, durante la quale il gruppo di ricercatori interessati, guidati dalla professoressa Marina Ziche e dalle esperte Sandra Donnini ed Erila Terzuoli, ha messo in luce le mirabili qualità dei polifenoli contenuti nell’olio extravergine di olivapotenti antiossidanti che sarebbero in grado di arginare la crescita indiscriminata di cellule potenzialmente dannose nell’organismo.

Gli esperti però mettono in guardia: gli olii non sono certo tutti uguali. La qualità della spremitura è fondamentale per garantire i maggiori benefici, ecco che quindi il consiglio è di prediligere prodotti a marchio IGP o comunque provenienti da coltivazioni biologiche e aziende agricole certificate. La medicina ora punterà su nuove terapie di supporto a base di olio d’oliva, da associare alle normali cure di prima linea come la chirurgia e la chemioterapia.

Seguici sul nostro canale Telegram

Fiera moto EICMA 2013

EICMA 2013: al via la grande fiera delle moto di Milano

violenza illustrata festival Bologna 2013

La violenza illustrata 2013, a Bologna torna il Festival con le donne e per le donne