in

Salvini sale sulla ruspa per demolire la villa dei Casamonica: ma meglio lasciar fare ai militari

Il Ministro degli interni Salvini: «Salirò sulla ruspa, la gente ha voglia di legalità». Esordiva così, nella giornata di ieri, Salvini riferendosi alla ruspa dell’Esercito che poi ha cominciato ad abbattere la villa abusiva dei Casamonica, alla Romanina, a Roma. Il Ministro non ha perso tempo, caschetto antinfortunistico in testa e si è lanciato volenteroso sulla demolitrice. Tuttavia, rassicura i presenti «non la guidiamo né io né Zingaretti la ruspa, anche se confesso che regolarmente prove di guida le ho fatte sia in montagna che in pianura e quindi ho una seconda professione come demolitore». Il leader della Lega si è recato sul posto insieme al presidente della Regione Lazio, Zingaretti per dare un esempio concreto di ciò che serve agli italiani: legalità. Sul cancello della villa abusiva dei Casamonica è affisso un grosso cartello della Regione con su scritto: «Qui nascerà un parco pubblico per il quartiere». Accesi i motori però nascono le prime difficoltà per il Ministro che lascia divertire Zingaretti e la massa di giornalisti che continuano a chiedergli una foto. «Spegni il motore va!», sorride Zingaretti.

salvini casamonica

Salvini è assolutamente fiero della linea politica che sta seguendo per migliorare la vita di molti quartieri di Roma e ribadisce che non è certamente un alibi per farsi fotografare. Salvini non è il solo a pensarla così (come è giusto aspettarsi che sia), Nicola Zingaretti infatti aggiunge: «Abbiamo iniziato tanti anni fa e non ci fermeremo mai». Alla domanda: «Quindi viva la ruspa?» Zingaretti ha risposto: «Viva la rigenerazione della vita dei quartieri e soprattutto delle periferie spesso abbandonate alla criminalità». Lo strumento di confisca dei beni appartenenti alla mafia è un mezzo estremamente potente per lo Stato italiano, tutto però dipende dalla possibilità in concreto di disporre effettivamente di quei beni. Zingaretti afferma: «La prossima settimana prenderemo in gestione come Regione almeno 40 manufatti di un pacchetto di circa 491, e non solo dei Casamonica ovviamente. Si tratta di beni confiscati, quindi si tratta di un lavoro molto ma molto importante, Per quanto riguarda i manufatti di cui la Regione si farà carico la prossima settimana – riferiscono dalla Regione – 34 sono su Roma e 6 su Cassino. Tra i 491 beni rientra anche la villa a Sacrofano dove risiedeva Massimo Carminati». Salvini ribadisce che “la gente ha voglia di sicurezza” e non manca lo scambio di battute con Guerino Casamonica: «Salvini? Ben venga, se vuole gli offro anche il caffè. Anzi se vuole glielo porto pure». Salvini lo incalza prontamente: «No grazie, preferisco altre frequentazioni. Il caffè se lo prendano con qualcun altro».

Seguici sul nostro canale Telegram

quando inizia la porta rossa 2

La Porta Rossa 2 quando inizia? Riprese, cast, tutto sulla nuova stagione della fiction

“Che Dio ci aiuti 5” quando inizia: cast, anticipazioni e tutte le curiosità sulla fiction con Elena Sofia Ricci