in

Samanta Togni, Ballando con le Stelle 2014: intervista esclusiva

A quasi una settimana dalla finale di Ballando con le Stelle 2014, il programma di Rai 1 condotto da Milly Carlucci, dopo aver conquistato il terzo posto ed aver dato spettacolo in coppia con Giulio Berruti, Samanta Togni, bravissima ballerina, si è raccontata a Urbanpost.

Ballando con le Stelle 2014 è finito. Che bilancio fai di quest’anno? Un’altra edizione è finita, la decima, un compleanno importante per Ballando con le Stelle e per me è stata una edizione speciale, mi sono divertita tanto, ho avuto il piacere di condividere questo bellissimo percorso con Giulio Berruti con cui credo di aver fatto una bellissima gara ed un bellissimo percorso insieme. Sono molto contenta ed il bilancio è assolutamente positivo.

Contenta del risultato raggiunto o avresti sperato di alzare la coppa più grossa? Sono contenta di questo terzo posto, sono felicissima, ovviamente se avessi vinto non mi sarebbe dispiaciuto però devo dire che una finale di livello così alto, in dieci anni, penso sia la prima volta che capiti a Ballando con le Stelle, quindi è stato comunque un piacere partecipare e arrivare fino all’ultimo con dei concorrenti così forti.

Guardando il tuo percorso con Giulio Berruti cosa vorresti cambiare? Guardando il mio percorso con Giulio devo dire che non cambierei praticamente niente, c’è stato solamente un inizio un po’ poco convinto da parte sua, probabilmente frenato dalla sua timidezza che comunque lo caratterizza, questo atteggiamento un po’ impaurito, aveva paura di questa nuova avventura, magari di non riuscire, di non essere in grado,m invece penso lui abbia tirato fuori un carattere davvero deciso, determinato, e si è dimostrato capace di affrontare questa avventura sicuramente non semplice per chi prova a ballare e fa altro nella vita. Credo lo abbia fatto con grande coraggio e con lo spirito giusto.

Di te, in alcune interviste, Berruti ha detto: “È faticoso ballare con Samanta perché è molto bella, sensuale e simpatica. E io sono attratto dalle donne simpatiche”,  e grazie alla sensualità emanata dalle vostre performance in molti hanno pensato che fra di voi potesse nascere del tenero e si è così scatenato il gossip. Cosa ne pensi ? Innanzitutto credo che tra noi ci sia una profonda stima e un profondo rispetto reciproco, stima professionale e stima umana, probabilmente è scattata quella sintonia, quell’affiatamento che non è sempre così scontato che capiti quando ti mettono in coppia. Prendono, infatti, due persone assolutamente sconosciute che devono intraprendere un percorso insieme e non sempre le coppie sono “azzeccate”. Quest’anno penso che tra me e Giulio Milly e gli autori abbiano azzeccato l’accoppiata. Ci siamo trovati veramente bene, soprattutto a livello umano e questo è venuto fuori ballando, nelle nostre performance. Trasmettevamo evidentemente questa sintonia che poi noi abbiamo usato per cercare di caratterizzare la nostra coppia.

Ci puoi raccontare qualche aneddoto divertente del dietro le quinte dell’edizione di Ballando di quest’anno? Di aneddoti ce ne sono sempre tanti, ma gli aneddoti che sempre si ripetono nonostanti gli anni passino, le persone cambino, quello che è bello vedere è la trasformazione che c’è durante il percorso di Ballando… una trasformazione anche psicologica. Da che le prime settimane tutti iniziano a muovere in maniera anche un po’ scettica i primi passi a fare le loro lezioni come da programma, dopo qualche settimana tutti quanti si appassionano ed iniziano ad entrare nella gara e nella competizione quindi vedi ballare la gente dappertutto, nei corridoi, nei bagni … in ogni spazio possibile e calpestabile e questo lo trovo davvero divertente. Ogni tanto mi fermo e mi guardo intorno ed è un aspetto davvero molto bello che forse le telecamere poco colgono, il dietro le quinte è davvero divertente e si vede anche la fatica e l’impegno che tutti quanti ci mettiamo per portare poi un bel prodotto il sabato.

Quale dei tuoi allievi Vip ti ha fatto penare di più e quale, invece, ti ha dato le maggiori soddisfazioni? Di Vip poco portati per la danza ne ho avuti diversi, però tutti quanti mi hanno comunque lasciato un bellissimo ricordo perché ho condiviso momenti divertenti, risate insieme, momenti di sudore, ognuno ha lasciato davvero un bel ricordo che custodisco con gelosia. Se devo dire, però, in tutte le edizioni che ho fatto quello che mi ha dato, forse, più soddisfazioni, è Giulio, perché con lui sono riuscita veramente a fare un lavoro un po’ più completo, un lavoro che mi ha entusiasmato molto e mi ha dato grandi, grandi soddisfazioni.

Per una  prossima edizione di Ballando chi vorresti ti venisse assegnato? Per una prossima edizione, intanto penso che Milly e gli autori riescano sempre a stupirmi e a scegliere poi con i loro metodi, quindi, potessi scegliere io forse il prossimo anno, anche per cambiare, visto che ho avuto spesso attori, forse quest’anno mi piacerebbe provare con un atleta, per vedere il metodo e lavorare utilizzando metodi diversi … non lo so, tanto sicuramente non deciderò io …

Progetti futuri? A cosa ti dedicherai ora? Progetti futuri, beh, io continuo a fare spettacoli, in giro per l’Italia, molto spesso con Samuel Peron, a volte anche con Raimondo Todaro. Faccio stage, insegno nelle scuole sempre in giro per l’Italia, sto sempre in movimento, danzando a destra e sinistra. Questa è la mia vita e sono felice di quello che faccio e del lavoro che ho fatto in questi anni e di quello che sto facendo adesso.

amici 14 professori sarcina

Amici 14, Francesco Sarcina convertito ai talent: “Ecco come Maria De Filippi mi ha convinto”

Telethon io esisto su Rai1

Stasera in tv: Telethon – Io esisto, Voyager e Senza identità