in

San Faustino 2019, perché oggi è la festa dei single: tutto quel che c’è da sapere sul 15 febbraio

Bye bye San Valentino. Dopo cuoricini, fiori, messaggi più dolci del miele, arriva ogni anno puntuale la rivincita dei single, che festeggiano oggi 15 febbraio San Faustino. Vi siete mai chiesti perché però quest’ultimo è ritenuto il protettore dei celibi, delle nubili, di chi fa a meno della dolce metà? Beh, diciamo che apparentemente sembra che non ci sia alcun legame tra i single e San Faustino, se non che quest’ultimo faccia rima con San Valentino, e che sia capitato nel calendario il giorno dopo la feste degli Innamorati. Dunque? Facciamo un po’ di chiarezza.

Chi è San Faustino?

San Faustino viene ricordato il 15 febbraio assieme al fratello Giovita, ambedue martiri. Secondo la leggenda Faustino e Giovita erano due nobili cavalieri bresciani vissuti nel II secolo d.C, che dopo una lunga carriera militare, sentirono il bisogno convertirsi al Cristianesimo. Si dedicarono con entusiasmo all’evangelizzazione: per questo vennero nominati dal vescovo Apollonio presbitero e diacono e per lo stesso motivo furono osteggiati dalla nobiltà bresciana tanto che subirono il martirio proprio il 15 febbraio di un anno compreso tra il 120 e il 134 d.C. Nel 1438 secondo alcuni i due santi fecero la loro comparsa sulle mura della città di Brescia per respingere le cannonate degli invasori milanesi. Faustino e Giovita sono stati sepolti nel vicino cimitero di San Latino, dove è stata costruita la Chiesa di San Faustino ad sanguinem, poi Sant’Afra, oggi Sant’Angela Merici. Le reliquie sono tutt’oggi conservate nella basilica dedicata ai due martiri, molto venerati dai Longobardi che ne portarono il culto a Viterbo.

San Faustino che c’entra con “la festa dei single”?

Insomma sembra proprio che San Faustino e il fratello Giovita c’entrino poco e niente con la festa dei single. Per capire bene da dove trae origine la ricorrenza del 15 febbraio bisogna scomodare alcune dicerie e detti popolari. Sempre secondo la leggenda Faustino, patrono di Brescia, era famoso pure per aver aiutato le donne a trovare marito. Il nome Faustino, dal latino «faustus», traducibile con l’aggettivo «favorevole, propizio», alluderebbe infatti alla giusta dose di fortuna che ci vuole per cercare l’amore. Un’altra versione, più profana, propende invece per la semplice rivincita dei sigle sugli innamorati, che il 14 febbraio, giorno prima di San Faustino, si scambiano tenerezze, baci, regalino, fiori. Per la serie: «Festeggi San Valentino?», «Certo, domani!». Il 15 dunque, alla festa dei single. Un santo acciuffato a caso sul calendario? Così sembra …

leggi anche l’articolo —> Il Santo del giorno 15 febbraio: San Faustino e San Giovita

 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Giornata mondiale contro il cancro infantile: a Salerno piantato il melograno della speranza

Alessandro Borghi Suburra: età, altezza peso, carriera e vita privata