in ,

San Pietroburgo esplosione in centro commerciale: dieci feriti, l’Isis esulta

Aggiornamento 28 dicembre – Il presidente russo, Vladimir Putin, ha definito “atto terroristico” l’esplosione avvenuta ieri sera nel centro commerciale Gigant Hall di San Pietroburgo in cui sono rimaste ferite 13 persone. “Se necessario uccidere i terroristi sul posto. Ho dato ordine al direttore dei Servizi federali di sicurezza di agire a norma di legge, solo a norma di legge, quando impegnati nelle operazioni di arresto dei terroristi”, ha detto,“Nel caso però in cui dovesse esserci un rischio per i nostri agenti si dovrà agire con decisione, non catturare nessuno e uccidere i terroristi sul posto”.

*****

Russia San Pietroburgo ultime notizie: esplosione in un centro commerciale, si tratterebbe di un attentato. Secondo le notizie trapelate dieci persone sarebbero rimaste ferite a causa della deflagrazione di un ordigno artigianale. Oltre 50 persone sono state evacuate dall’edificio. “C’è stato un botto. I servizi di emergenza sono già sul posto: l’evacuazione è stata completata e non c’è stato nessun incendio”, ha assicurato all’agenzia di stampa Tass un funzionario del dipartimento locale del ministero delle Emergenze.

La bomba, come riportano i media locali, è scoppiata all’ingresso del supermercato “Perekrestok”, sito nello shopping center “Gigant Hall”, dove ha sede anche l’area che ospita gli armadietti usati per depositare borse e valigie. “Dieci persone sono rimaste ferite, incluso una che ha rifiutato di essere accompagnata all’ospedale”, fa sapere una fonte del governatorato di San Pietroburgo a Interfax: “Nove persone sono state ricoverate presso gli ospedali Mariinskaya, Alexandrovskaya e Yelizavetinskaya”. Niente si sa al momento delle loro condizioni.

TUTTE LE NEWS DI CRONACA SU URBANPOST, LEGGI

Non vi sarebbero dubbi circa il fatto che si sia trattato di un attentato, il Comitato Investigativo russo ha aperto un’indagine criminale per tentato omicidio. L’ordigno artigianale aveva un potenziale esplosivo pari a 200 grammi di tritolo e conteneva materiale letale, come chiodi bulloni. La portavoce del Comitato Investigativo, Svetlana Petrenko, ha fatto sapere che al momento gli inquirenti stanno seguendo “tutte le piste possibili”.

I sostenitori dell’Isis avrebbero esultato in rete per l’accaduto, sebbene non seguito da alcuna rivendicazione ufficiale da parte dello Stato Islamico. “Se Dio vuole daremo ai crociati un assaggio della loro stessa medicina”, avrebbero scritto. Lo riferisce Rita Katz, direttrice dell’organizzazione Site che monitora l’attività jihadista sul web.

Poste Italiane lavora con noi novembre 2017

Assunzioni Poste italiane gennaio 2018: offerte di lavoro come postini, ecco requisiti, sedi e scadenze (GUIDA)

Paola Barale e Raz Degan stanno insieme

Paola Barale Instagram: botta e risposta con Gabriele Parpiglia