in ,

San Teodoro omicidio Erika Preti, news: il giallo del denaro e dell’orologio mancanti

San Teodoro omicidio Erika Preti: un giallo ancora avvolto dal mistero quello della 28enne biellese uccisa a coltellate alla gola domenica scorsa, mentre si trovava in villeggiatura in Sardegna insieme al fidanzato. Su di lui, Dimitri Fricano, molteplici sospetti da parte degli inquirenti, che lo hanno iscritto ‘come atto dovuto’ nel registro degli indagati. L’accusa è pesantissima: omicidio volontario, nonostante lui dica di aver subito una rapina, di essere stato aggredito mentre la fidanzata preparava i panini per la gita in barca sull’isola di Tavolara che avrebbero fatto di lì a poco.

Le presunte tracce di Dna sul corpo della vittima nelle prossime ore potrebbero dire molto sulla dinamica dei fatti, ma soprattutto confermare o meno la presenza di uno sconosciuto in casa. La pista della rapina si fa tuttavia di ora in ora più labile, eppure alla coppia biellese residente a San Teodoro, che da 3 anni ospitava i fidanzati in vacanza d’estate, dice di credere ciecamente alla veridicità del suo racconto. Alberto Recanzone e la moglie, proprietari dell’appartamento di Lu Fraili, credono dunque alla rapina: secondo quanto da loro riferito davanti alle telecamere di Rai e Mediaset, dalla casa del delitto mancherebbero 500 euro ed un Rolex, forse sottratti dal presunto ladro assassino. Eppure gli inquirenti hanno smentito queste voci, riferendo che a loro non risulterebbe quell’ammanco di denaro né tanto meno dell’orologio di valore. Un giallo nel giallo, dunque.

San Teodoro Erika uccisa in vacanza: inedite rivelazioni dell’amico della coppia

“Mi ha detto di aver visto questa persona e di aver ricevuto subito un colpo per cui è caduto e non ha più potuto assistere a niente né vedere nessuno”, riferisce l’amica di Erika e Dimitri, ma del presunto aggressore per ora non sarebbe stata riscontrata in casa alcuna traccia. Ieri pomeriggio a La vita in diretta, inoltre, l’inviata ha riferito che l’indagato, che in un primo momento disse di non ricordare niente del rapinatore, avrebbe iniziato a fornire dettagli circa il suo aspetto, riferendo di un individuo dalla carnagione olivastra e con i capelli rasati. “Ringraziamo tutta la Sardegna, per la vicinanza in questa tragedia. Non ho altro da dire, perché non sappiamo nulla. È una tragedia”, queste le uniche parole dei genitori della vittima, ancora sotto shock, i cui funerali  saranno celebrati domani, sabato 17 giugno, a Biella.

Ius Soli legge al Senato: cosa prevede il nuovo DDL?

Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo dice addio al Real Madrid? Le Merengues fissano il prezzo