in ,

San Valentino 2016: come organizzare una cena romantica a casa

Mancano poco meno di due settimane a San Valentino 2016 e, se si desidera fare una sorpresa alla prima dolce metà, è tempo di muoversi. Se non avete ancora pensato ad un regalo per lui o per lei, bisogna affrettarsi per evitare di ridursi all’ultimo e fare un regalo di San Valentino 2016 scontato. Inoltre se volete fare una sorpresa al vostro innamorato/a, una cena romantica al ristorante o a casa a seconda dei gusti, è il modo giusto. Urban Donna vi dà alcuni consigli fondamentali per organizzare una cena di San Valentino 2016 davvero unica e indimenticabile.

Se preferite l’intimità della vostra casa al caos dei ristoranti la sera del 14 febbraio, è necessario che tutto sia perfetto per sorprendere il vostro compagno/a. Innanzi tutto è importante l’atmosfera: niente lampade per illuminare le stanza solo candele, meglio se lievemente profumate; poi è importante scegliere la musica adatta per il sottofondo alla cena: solo strumentale, meglio se pianoforte. Fate si che al centro della stanza ci sia un tavolo per due ben apparecchiato, il rosso dovrà essere il tema dominante: non possono mancare due calici e una bottiglia di vino.

Per quel che riguarda la cena vera e propria, se non siete degli chef ai fornelli optate serenamente per un ristorante vicino che vi porti tutto a casa per tempo, ovvero prima che l’ospite d’onore arrivi e tenete il menù in caldo. La scelta dei piatti è fondamentale: qualcosa che piaccia a entrambi, vi ricordi momenti insieme e magari abbia anche proprietà afrodisiache. Infine ricordate: non dimenticate i fiori per le ragazze, un mazzo di rose rosse è quello che desiderano più di ogni altra cosa.

Credit Foto: CGissemann / Shutterstock

Leo Messi calciomercato Manchester City

Passaporto di Leo Messi finisce in video online: arrestato poliziotto a Dubai

Pensioni 2017 news: flessibilità, Lavoro di cura, donne qui risposte darà il Governo?

Riforma pensioni 2016 ultime novità: esodati, settima salvaguardia con contributi volontari, focus su reversibilità e flessibilità