in

Sannazzaro de’ Burgondi incendio nella raffineria Eni: aria irrespirabile

Questa mattina, martedì 17 settembre 2019, Sannazzaro de’ Burgondi, in provincia di Pavia, ha avuto un brusco risveglio. Intorno alle 6:30 del mattino è scoppiato un incendio alla raffineria Eni. Le cause dell’incendio sono ancora un mistero e le squadre di soccorso stanno lavorando per stabilizzare la situazione. Nonostante le grosse fiamme e l’improvviso scoppio, al momento non risultano feriti.

Sannazzaro de' Burgondi raffineria eni

Sannazzaro de’ Burgondi incendio raffineria Eni

In queste ultime settimane non è il primo grosso incendio che scoppia nella nostra bella penisola. Da nord a sud ogni giorno riceviamo queste triste informazioni. A volte sono dei boschi, altre volte delle aziende colpite da un fulmine. Fortunatamente quest’incendi non hanno causato vittime e sono stati tutti domati in poco tempo. Questa mattina Sannazzaro de’ Burgondi si è svegliata nella paura. I testimoni della scena raccontano di aver sentito un forte boato e poi si è alzata una colonna nera, visibile da diversi chilometri di distanza. La colonna di fumo ha reso l’aria irrespirabile.

Sannazzaro de' Burgondi raffineria eni


leggi anche: Meteo prossimi giorni, le previsioni: forti temporali e stop al caldo

I soccorsi e l’avviso del comune: aria irrespirabile

L’incendio è avvenuto intorno alle 6.30 e si è verificato all’Isola 7. Sul posto sono al lavoro le squadre interne del servizio antincendio e i vigili del Fuoco di Pavia. La notizia è stata diffusa proprio dal comune di Pavia: “Alle ore 6,35 circa, sì è sentito un forte boato in Raffineria. Abbiamo attivato le procedure interne comunali (PEC). È stato attivato l’allarme interno ENI e ora sta rientrando. Nessun ferito, tutto sotto controllo. Vi terremo aggiornati”. Al momento non ci sono ulteriori aggiornamenti da parte del comune, ma consigliamo vivamente di evitare la zona soprattutto per via dei gas rilasciati nell’aria. L’ennesimo incendio dalle cause misteriose, speriamo di ricevere più informazioni nelle prossime ore. Nell’impianto si sono verificati in passato diversi incidenti analoghi, il più grave a dicembre 2016, quando dopo un’esplosione nella Torre 4 si sviluppò un grosso incendio nell’impianto Est.

Il Santo del giorno 17 settembre: San Roberto Bellarmino

temptation island vip 2 er faina sharon

Temptation Island Vip 2, Er Faina si arrende e ritrova Sharon: «Sono stato presuntuoso»