in

Sanremo 2015, Saint Model ospiti: il microfono non funziona e Conti non se ne accorge

Il terzo appuntamento con il 65° Festival di Sanremo condotto da Carlo Conti ha regalato grandi interpretazioni e momenti imperdibili al pubblico di RaiUno, rapito dalla travolgente interpretazione di “Se telefonando” fatta da Nek, che si aggiudica il premio della gara cover. Tra i molti ospiti della serata, i Saint Model erano di sicuro quelli più attesi dal giovane pubblico sanremese che, senza nulla togliere agli Spandau Ballet, negli anni ’70 non era neppure nato.

Peccato però che un inconveniente tecnico abbia rovinato l’amato brano “Just my type”, vincitore di un Disco di Platino consegnato direttamente alla band statunitense dal presentatore fiorentino. Si da il caso infatti che il microfono del pianista e vocalist A/J Jackson fosse guasto e il poveretto cercasse di far sentire la sua voce allo sterminato pubblico dell’Ariston inutilmente. Immediato il cambio del gelato da parte dei tecnici, che tuttavia risulta rotto per la seconda volta; Jackson, visibilmente scocciato e rassegnato, riesce ad esibirsi con un filo di voce in più solamente negli ultimi secondi del pezzo.

Carlo Conti al termine dell’esibizione, come se nulla fosse, parla del grande successo del singolo “Just my type” ed annuncia che la prossima canzone con cui i Saint Model si esibiranno è “Cold cold man”. Fortunatamente la seconda esibizione riesce senza intoppi, anche se il conduttore è talmente preso dalla scaletta e dalla gara delle cover, da liquidare in un batter d’occhio il famoso gruppo con appena un paio di domande stiracchiate. Insomma un’accoglienza davvero “Fredda fredda” per i Saint Model, che ci penseranno due volte prima di accettare di nuovo l’invito di un programma italiano.

loo vallette sanremo 2015

Sanremo 2015 terza serata: look bocciato per Emma e Arisa

Festival di Sanremo 2015 terza serata Carlo Conti

Festival di Sanremo 2015 terza serata: da Carlo Conti al chitarrista dei Gazosa ecco cosa ci ha impressionati