in ,

Sanremo 2016: Alessio Bernabei insulta Tiziano Ferro poi corre ai ripari

Alessio Bernabei è in gara da solista al “Festival di Sanremo” dopo aver lasciato la band con cui ha mosso i primi passi, i Dear Jack (anche loro a Sanremo); il cantante romano si è presentato alla kermesse canora con la canzone “Noi siamo infinito” che secondo la critica musicale ha un’assonanza fin troppo evidente con diversi pezzi musicali tanto da definire il brano un plagio.

Bernabei, nel corso della conferenza stampa pomeridiana al Palafiori, ha provato a difendersi dalle accuse della critica con un’uscita che ha destato scalpore sottolineando come cantanti anche dal calibro di Tiziano Ferro abbiano plagiato, nel corso della propria carriera, diversi brani. O almeno, questo è stato il messaggio recepito dalla stampa che ha costretto l’ex componente dei “Dear Jack” a emettere un comunicato stampa. “Non volevo accusare Tiziano Ferro di plagiare canzoni – si legge sulla nota diffusa dall’entourage di Bernabei – il mio obiettivo era sottolineare come anche i grandi artisti spesso sono accusati di plagiare canzoni.”

Un’uscita che non è passata inosservata tanto da costringere Bernabei a chiedere immediatamente scusa. L’autore di “Noi siamo infinito” si esibirà questa sera nella penultima puntata del Festival di Sanremo e sarà sostenuto dai suoi numerosi fan per evitare di dover dire addio al sogno “Festival”. A tal proposito, Bernabei ha voluto sottolineare come: “Questa è l’esperienza più importante della mia vita e l’emozione a volte gioca brutti scherzi. Metterei la firma, oggi, per arrivare ad avere la metà della carriera di artisti come Tiziano Ferro.”

Carpi Roma probabili formazioni

Carpi – Roma diretta live Serie A, risultato finale 1-3: Dzeko torna al gol

App di beneficienza

App di beneficenza, le donazioni su smartphone iPhone e Android