in ,

Sanremo 2016, Deborah Iurato vestito: lo stilista abbandona la cantante

Coraggioso come Don Abbondio, lo stilista di Deborah Iurato, il cui vestito è stato pesantemente criticato, ha scritto a Vanity Fair per “abbandonare” la nave che affondava e specificare di non voler essere legato al flop raggiunto. Ebbene sì, a Sanremo 2016 succede anche questo. Il look sfoggiato dall’ex vincitrice di Amici, il talent di Maria De Filippi, nella prima serata del Festival della canzone italiana non è piaciuto alla critica e ai telespettatori e mentre la stessa Deborah Iurato, presente in gara con Giovanni Caccamo, ha cercato di giustificarsi dicendo: “È il mio primo Sanremo, non so come ci si veste in queste occasioni. Mi hanno detto che a questi eventi bisogna vestirsi eleganti, in lungo, e così ho fatto. Non metterò più un abito del genere” senza però puntare il dito contro il creatore dell’abito, lo stilista scriveva al noto settimanale per fare come Ponzio Pilato.

Buonasera Sig.Rocca, sono Francesco Paolo Salerno e le scrivo personalmente per comunicarle che alla sig.ra Iurato sono stati consegnati degli abiti random della nuova collezione e che ha scelto col suo stylist che la segue per la kermesse. Io sono based in Los Angeles” Ecco come ha esordito lo stilista scrivendo direttamente alla giornalista di Vanity Fair e tentando in tutti i modi di discolparsi per il brutto risultato ottenuto visto che il suo abito sembra non aver valorizzato appieno le forme e l’aspetto della cantante. Nella chiosa si legge ancora: “Le scrivo per non associare da questo momento il mio nome alla cantante sopra citata. Ringraziandola cordialmente, saluto”.

Secondo molti si sente ancora il rumore delle unghie di chi, cercando di arrampicarsi sugli specchi, sta scivolando clamorosamente. Gli utenti di Twitter non perdonano e di certo il passo indietro non è piaciuto a nessuno. L’abito viola indossato da Deborah Iurato nella prima serata di Sanremo 2016 era evidentemente troppo lungo per lei, tanto da farla sembrare ancora più bassa, e troppo largo, ma soprattutto poco adatto alla sua corporatura e troppo poco in grado di metterne in risalto le forme. La scelta del look non andrà attribuita solo allo stilista che ha creato l’abito, però magari, invece di mandare abiti random, avrebbe potuto ponderare al meglio quale delle sue creazioni avrebbe potuto far fare un figurone ad entrambi.

Se Deborah Iurato e Giovanni Caccamo dovessero vincere Sanremo 2016 eclissando così le critiche sull’abito cosa farà lo stilista in questione; si mangerà le mani per aver abbandonato la nave?

san valentino 2016 origine

San Valentino, origine della festa e tradizioni: dal paganesimo all’amor cortese

sanremo 2016

Sanremo 2016 quarta serata scaletta: l’ordine d’uscita dei cantanti in gara e degli ospiti