in ,

Sanremo 2016, il web si scatena: dall’outfit della Michielin a Garko “Gobbo di Notre-Dame”

E anche la seconda serata del “Festival di Sanremo” è passata. Ne mancano altre tre prima di avviarci ai saluti finali, si riprenderà questa sera con le cover di grandi artisti da parte dei “big” in gara. Piccolo consiglio: per non sapere alcunché della kermesse canora non basta più spegnere il televisore, dovete alienarvi dal mondo. Sì, perché nel mondo dei social network ormai il “Festival di Sanremo” è commentato come se fosse un’elezione presidenziale: passo dopo passo, chicca dopo chicca.

Proprio come accaduto in occasione della serata inaugurale (guarda qui), gli internauti nel corso delle esibizioni dei protagonisti in gara si sono sbizzarriti con simpatiche vignette. Chi ha vinto tra tutti? Se consideriamo Gabriel Garko fuori categoria diremmo, senza ombra di dubbio, la povera Francesca Michielin ampiamente “derisa” per la scelta del proprio outfit (a proposito, dai un’occhiata qui): la cantante italiana, diventata famosa grazie al duetto con Fedez, è stata paragonata a una donna di campagna settecentesca, alla signora Rottermaier del cartone animato Heidi fino ad arrivare a rievocare il vestiario delle sorelle presenti nella pellicola cult Shining. Insomma, la Michielin se non riuscirà a farsi ricordare per la prestazione artistica verrà sicuramente menzionata, negli anni successivi, per questo look inconsueto. Per non parlare di Valerio Scanu: l’artista, in gara con una canzone di Fabrizio Moro, ha subito diverse caricature in giro per il web ma, contrariamente alle aspettative, lo sfogo degli internauti è durato giusto il tempo della sua esibizione. Tra i meme più divertenti il paragone con Obi Wan Kenobi di Star Wars.

Nella seconda serata del “Festival di Sanremo” ospite d’onore la bella Nicole Kidman: a furia di parlare di ideali familiari, di quanto sia bello essere madre e quanto sia fantastico avere un marito che per ogni occasione ti regala un mazzo di fiori (con sei zeri in banca tutto è più facile) il web l’ha voluta ricordare nei panni di una “bambola di porcellana”: le sue guance ripiene, i suoi occhi (questi sì, bellissimi) azzurri, ricordano in parte anche “Cicciobello”. Sull’Ariston c’è stato anche “Mr. Banks” per i social network: l’esibizione di Neffa non è passata inosservata proprio come il suo outfit che ha previsto un vestiario molto simile al personaggio presente nelle pellicole di “Mary Poppins”. Non dimentichiamo Gabriel Garko, prima lo abbiamo solo citato ma per lui il web riserva un posto speciale nel proprio cuore: dalla nostra caricatura fino al “gobbo di Notre Dame” per concludere con la famiglia “Addams”. O ancora, interessante quanto elaborato per la Patty Pravo, criticata per vestiario ed eccessivo trucco fino a chiudere con l’eroe dei due mondi, colui il quale è amato da tutti gli italiani: il maestro Beppe Vessicchio. È tornato, dopo una serata rimasta a riposo: lo ha fatto esibendosi per oltre due ore sul palco dell’Ariston.

caracas huracan

Venezuela Copa Libertadores: Huracan tragedia sfiorata, il bus è senza freni

malpensa tre dipendenti licenziati

Malpensa, licenziati 3 lavoratori dopo 9 anni di servizio: “Non sanno leggere l’italiano”