in ,

Sanremo 2016 prima serata molto democristiana: la regina salvi sir Elton e pure i Bluvertigo afoni

E’ iniziato il Festival di Sanremo 2016, stasera l’Ariston ha riaperto i battenti con la seconda edizione di fila capitanata da Carlo Conti affiancato dalle belle e brave Madalina Ghenea e Virginia Raffaele e da Gabriel Garko. Il cast convince, ovviamente nella misura in cui possa piacere uno spettacolo dal taglio democristiano come solo Carlo Conti poteva confezionare. Abbastanza tragico, invece, il livello delle canzoni che – tranne qualche sufficienza stiracchiata – è ben lungi dall’essere entusiasmante. Possiamo quindi dire che è un Sanremo perfettamente in media.

Conti è talmente bravo a schivare ogni forma di polemica che è riuscito a evitarci qualunque colpo di scena: nessuno si aspettava un tentato suicidio dalla piccionaia come nei anni ruggenti dell’Ariston di Baudo, ma almeno uno scivolone, il brivido di un cenno di politicamente scorretto, un microfono che non funziona…niente, di niente, calma piattissima. Anche Virginia Raffaele, che di solito con le sue imitazioni è sempre godibilissima, ripiega su una Ferilli caciarona e ben riuscita ma meno incisiva rispetto ad altri suoi cavalli di battaglia.

Stasera l’ospite più atteso è stato Elton John che, con il fedele pianoforte, ha regalato due evergreen quali “Your Song” e “Sorry seems to be the hardest word” per poi proporre un nuovo pezzo che ha un impatto ovviamente meno trionfale. Memorabile il momento in cui Sir Elton si scaccola mentre risponde con noncuranza a una domanda di Conti. Nella zona verde, ovvero nelle prime 6 posizioni: Fragola, Caccamo-Iurato, Ruggeri, Stadio, Rocco Hunt e Arisa. Gli ultimi, sempre in ordine sparso, che vanno nella red zone sono: Noemi, Bluvertigo, Irene Fornaciari, i Dear Jack. Inutile dire che il brano più originale e meritevole di attenzione è quello dei Bluvertigo che, nonostante un Morgan afono, si distinguono per eleganza e arrangiamenti di gusto. In genere i brani finiti nella red zone risultano comunque più gradevoli e anche qui Sanremo conferma le sue illogiche logiche.

Commossa la Pausini che torna sul palco che la incoronò vincitrice e nulla…sarebbe bello avere qualcosa di più divertente da scrivere ma davvero è tutto qui.

sanremo 2016

Foulard arcobaleno, Sanremo Pride: ecco perché alcuni cantanti lo avevano

Programmi Tv stasera, 10 febbraio 2016: Festival di Sanremo e Gli Spietati