in

Sanremo 2017, 5 momenti imbarazzanti, pericolosi e tragici della storia del Festival (VIDEO)

Sanremo 2017: 5 momenti imbarazzanti, pericolosi e tragici che hanno fatto la storia

Sanremo 2017 oggi prende il via. Ed è la sua settimana. Come ogni anno, in Italia, la città dei fiori riesce a catalizzare tutta l’attenzione su di sé. E anche quest’anno c’è chi seguirà Sanremo per svariati motivi: da chi vuole ascoltare le 22 canzoni in gara dei big, chi vorrebbe scoprire qualche giovane promessa tra le Nuove Proposte, chi è curioso di scoprire come si comporterà Maria De Filippi al suo primo Sanremo.

—> FESTIVAL DI SANREMO 2017

Ma c’è anche chi, pop-corn in mano, guarderà il Festival di Sanremo 2017 con la speranza di poter incrementare la lista di momenti trash. Perché la storia di Sanremo, 67 edizioni con quella di quest’anno, negli ultimi anni ha avuto la musica come contorno. Viene data molta più importanza agli ospiti e alle vallette. Ed ecco perché anche a Sanremo 2017 ci sarà grande attesa per scoprire quali saranno i momenti imbarazzanti, pericolosi o tragici (speriamo di no, ndr.) di questa edizione. Intanto, però, andiamo a scoprire qualche piccola chicca.

—> I TESTI DELLE 22 CANZONI DI SANREMO 2017

Festival di Sanremo: il suicidio di Luigi Tenco

Tra i momenti tragici della storia del Festival di Sanremo non possiamo non menzionare, purtroppo, il suicidio di Luigi Tenco del 1967. Recentemente si è festeggiato il cinquantennale dalla morte del cantautore italiano. La sua morte resta un mistero ancora oggi. Tenco si era presentato al Sanremo 1967 non particolarmente contento della propria canzone in gara e, prima di perdere la vita, sul palco del Teatro Ariston disse a Mike Bongiorno: “Adesso è finita davvero.”

Festival di Sanremo: Pippo Baudo eroe

Pippo Baudo al Festival di Sanremo non è solo un’icona per i suoi trascorsi da conduttore e direttore artistico. Nel 1995, infatti, durante la kermesse ligure, un uomo, cercando di spettacolarizzare il tutto, annunciò il suicidio in diretta promettendo di lanciarsi dalla balconata. Ci pensò Pippo Baudo a evitare il peggio: “Vieni qui, dammi un bacio!” Recentemente, invece, il Festival di Sanremo ha avuto alcuni episodi simili, specie durante la conduzione di Fabio Fazio. Ma i risultati sono apparsi più come un qualcosa di “sistemato a tavolino.”

Festival di Sanremo: Belen Rodriguez e la farfallina

Festival di Sanremo, di vallette ne sono passate a iosa dal Teatro Ariston. Ma se restiamo ai tempi recenti non possiamo non menzionare la donna argentina degli ultimi anni: Belen Rodriguez. La showgirl, infatti, durante il Festival di Sanremo in cui ha ricoperto il ruolo di valletta, ha spaccato in due l’opinione pubblica per aver deciso di indossare abiti ‘succinti’. E la sua farfallina, tatuaggio realizzato ad altezza inguine, è passata alla storia come uno dei momenti più imbarazzanti e trash per il Festival di Sanremo.

Festival di Sanremo: Beppe Vessicchio e la sua orchestra

Cosa ci mancherà di questo Sanremo 2017 sebbene ancora debba iniziare? Ma certo. Proprio lui. Signore e Signori: Beppe Vessicchio. Il maestro non ci sarà. Ma sarà ricordato come l’icona degli ultimi Festival di Sanremo. Intanto, però, tra i momenti più imbarazzanti per gli organizzatori del Sanremo non si può non citare quanto accaduto nel 2010. Quando vengono annunciati i finalisti gli orchestrali non prendono bene la decisione di mandare avanti gente come Pupo – Emanuele Filiberto. Alla fine, nell’edizione passata alla storia per il ‘lancio degli spartiti’, trionfò Valerio Scanu. E che si sia concluso solo con una protesta di ‘spartiti’ è solo un bene, poteva andare peggio…

Festival di Sanremo: fischiatissimi i Placebo

Festival di Sanremo non ha mai fatto rima con rock. Rock non ha mai fatto rima con Festival di Sanremo. E quando sul palco porti band come i Placebo non puoi pretendere che tutto vada come se stessi assistendo all’esibizione di un artista ingessato. Ed è per questo che nel 2001, con conduzione Raffaella Carrà, la scelta di Brian Molko di spaccare la chitarra contro un amplificatore è stata fischiatissima dal pubblico. E Raffaella avrebbe voluto fare una fossa e scomparire da “Trieste in giù.”

Festival di Sanremo: i momenti tragici con i lutti annunciati in diretta

Il Festival di Sanremo ha avuto anche i suoi momenti tragici, come abbiamo visto qualche paragrafo più sopra con il suicidio di Luigi Tenco. Ma nel corso della storia della kermesse ligure non possiamo dimenticare gli annunci dei direttori artistici per morti celebri. Per esempio, nel 1987, un commosso Pippo Baudo ha dovuto annunciare la morte di Claudio Villa proprio durante la finalissima del Festival: “Purtroppo devo dare una brutta notizia: mi sembra doveroso interrompere per un momento questo spettacolo per rivolgere l’ultimo applauso a Claudio Villa.” Nel 2005, invece, tocca a Paolo Bonolis dover fare i conti con la morte: durante il Festival di Sanremo, infatti, scompare Alberto Castagna, popolare conduttore TV e giornalista.

Rally Svezia 2017 date programma dove vedere in tv

Rally Svezia 2017 date, percorso programma completo, dove vedere in tv e streaming

Juventus-Inter highlights gol Serie A

Crotone – Juventus probabili formazioni e ultime news, 18a giornata Serie A