in ,

Sanremo 2017 pagelle Nuove Proposte: i giudizi sui 4 giovani in gara mercoledì 8 febbraio 2017

Sanremo 2017 pagelle Nuove Proposte ecco i giudizi sui 4 giovani in gara mercoledì 8 febbraio 2017. Passano il turno alla finalissima di venerdì sera: Leonardo Lamacchia e Francesco Guasti.

Marianne Mirage – Le Canzoni Fanno Male (Testo)

La giovane artista della Sugar si presenta con un brano realizzato da Bianconi dei Baustelle. E il ritmo sembra proprio quello della band italiana. Per certi versi ricorda in parte uno degli ultimi successi (Amanda Lear). La canzone presenta un ritmo interessante durante il ritornello e non è un caso se si tratta di uno dei brani più ascoltati in radio nelle ultime settimane. VOTO: 6

marianne-mirage-foto

 

Braschi – Nel Mare ci sono i coccodrilli (Testo)

Arriva al Sanremo 2017 avendo vinto Area Sanremo. Il pezzo si fa apprezzare, il tema è sanremese ma fa discutere anche in ambito politico, sintomo che funziona. La performance vocale non presenta imperfezioni sebbene non si tratti di una prestazione ‘indimenticabile’. Il singolo può avere un buon successo radiofonico, specie per il ritmo ‘pop’ molto in voga negli ultimi anni. VOTO: 6,5

braschi

Leonardo Lamacchia – Ciò che resta (Testo)

Leonardo Lamacchia prova a giocarsi la sua chance con Ciò che resta. La performance si snoda tra alti e bassi, stecca in più passaggi, tiene bene il palco e la scena. Nel complesso, però, la prova non convince particolarmente. VOTO: 5

leonardo-lamacchia-foto

Francesco Guasti – Universo (Testo)

Francesco Guasti arriva a Sanremo 2017 tra le Nuove Proposte con Universo. Il timbro vocale è di quelle rauche che ricorda, per certi versi, il timbro vocale di Marco Masini. Meglio la performance dello scorso dicembre, quando si tratta di alzare la tonalità durante il ritornello stecca. E lo fa di brutto. VOTO: 5

francesco-guasti-2

 

Clementino età, Instagram e Facebook: i profili social del rapper e Sanremo 2017 [FOTO]

Maria De Filippi privata: traumi, ossessioni, paure, segreti, dolcezze della Queen Mary