in

Il Santo del giorno 22 giugno: San Tommaso Moro

Il Santo di oggi, 22 giugno 2019, è San Tommaso Moro.Thomas More, italianizzato in Tommaso Moro, è stato un umanista, scrittore e politico cattolico inglese. Il nome Tommaso deriva dall’ebraico e vuol dire gemello. San Tommaso è il protettore degli avvocati. Nelle immagine sacre lo troviamo spesso affiancato al simbolo della palma. Il suo martirologio romano recita: «Santi Giovanni Fisher, vescovo, e Tommaso More, martiri, che, essendosi opposti al re Enrico VIII nella controversia sul suo divorzio e sul primato del Romano Pontefice, furono rinchiusi nella Torre di Londra in Inghilterra. Giovanni Fisher, vescovo di Rochester, uomo insigne per cultura e dignità di vita, in questo giorno fu decapitato per ordine del re stesso davanti al carcere; Tommaso More, padre di famiglia di vita integerrima e gran cancelliere, per la sua fedeltà alla Chiesa cattolica il 6 luglio si unì nel martirio al venerabile presule».

Leggi anche –> Il Santo del giorno 21 giugno: San Luigi Gonzaga

La vita di San Tommaso Moro

San Tommaso Moro nacque a Londra il 7 febbraio 1478. Enrico VIII lo accolse nella sua corte nel 1520 e lo nominò cavaliere nel 1521. Come consigliere e segretario di Enrico VIII, il Santo contribuì alla redazione de “La difesa dei sette sacramenti”, una polemica contro Lutero e la dottrina protestante e in difesa dell’istituzione del Papato. Le prime azioni di Moro contro la Riforma compresero l’aiuto che egli offrì al cardinal Thomas Wolsey nel prevenire l’importazione in Inghilterra di libri di Lutero. Tommaso Moro ammise di aver tenuto prigionieri degli eretici nella sua casa, ma respinse decisamente le accuse di torture e fustigazioni. San Tommaso Moro non realizzò le richieste di Enrico VIII sull’annullamento del matrimonio e così questa cosa gli procurò l’inimicizia del sovrano. Infine Moro non volle disconoscere la figura del papa e così finì in prigione. Moro venne processato, condannato e  giustiziato a Tower Hill il 6 luglio 1535.

Il culto del Santo protettore degli avvocati

Papa Pio XI canonizzò San Tommaso Moro il 19 maggio 1935 insieme all’amico cardinale John Fisher, vescovo di Rochester, decapitato quindici giorni prima di Moro, anch’egli per aver rifiutato di disconoscere il Papa. La Chiesa anglicana lo ricorda dal 1980 come martire della riforma protestante, assieme a Fisher. L’opera più famosa di Moro è l’Utopia, in cui descrive un’immaginaria isola-regno abitata da una società ideale. Moro derivò il termine dal greco antico con un gioco di parole fra ou-topos (cioè non-luogo) ed eu-topos (luogo felice); utopia è quindi, letteralmente un “luogo felice inesistente”. L’opera di Moro Utopia si divide in due libri: città reale e città perfetta.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 20 giugno: San Silverio Papa

Matteo Salvini in mutande: il vicepremier sorpreso in intimo in giardino

Marco Vannini: Federico Ciontoli nel mirino degli inquirenti, la fidanzata convocata in Procura