in ,

Santo Domingo, Alessandro trovato morto a bordo piscina: per i genitori è omicidio

Alessandro Grandis venerdì scorso è stato ritrovato senza vita a bordo piscina, nel resort di lusso ‘La Joya’, sito nel Cocotal a Bavaro, Santo Domingo, dove stava trascorrendo le sue vacanze. Gli inquirenti parlano di probabile suicidio ma i genitori di non ci stanno e si dicono convinti che il loro figlio non può essersi ucciso.

Alessandro aveva 29 anni e faceva il farmacista; figlio di medici, era originario di Genova ma risiedeva ad Albissola Marina (Savona). Nelle scorse ore i suoi genitori, Pierfrancesco Grandis e Annarosa Cacace, sono arrivati sull’isola per capire cosa è accaduto in quel resort e chiedono verità. La donna, medico legale dell’Asl, è convinta che sul corpo del figlio ci siano segni di colluttazione“Sulla spalla ci sono dei segni, come se fosse stato spinto”.

Santo Domingo, ragazzo italiano trovato morto in hotel: è giallo sulla dinamica del decesso

La madre di Alessandro in sostanza pensa che sia stato ucciso: qualcuno secondo lei gli avrebbe dato un colpo alla nuca per poi spingerlo giù dalla finestra. Il padre rivela inoltre un particolare inquietante sul figlio: una volta arrivato a Santo Domingo avrebbe trovato un clima ostile. Ipotesi completamente antitetica rispetto a quella caldeggiata dagli inquirenti, i quali ritengono che il giovane si sia gettato volontariamente dalla sua camera al terzo piano. “Non aveva motivo di suicidarsi, era felice, aveva una voglia contagiosa di vivere e di conoscere il mondo”, continua a ripetere chi lo conosceva bene. (Foto Twitter @armandotavano)

pensioni d'oro

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, tutela dei diritti acquisiti e revisione delle platee

Al Bano salute

Loredana Lecciso a Domenica Live: dalla lite di Al Bano alla richiesta di matrimonio