in ,

Sara bruciata viva dall’ex: chiedeva aiuto e nessuno si è fermato

Sconvolge tanto quanto la brutalità del delitto di cui è stata vittima, sapere che due automobilisti l’hanno vista dimenarsi mentre chiedeva aiuto ma, nonostante ciò, non si siano fermati a soccorrerla né abbiano pensato di chiamare le forze dell’ordine. Hanno visto Sara Di Pietrantonio percorrere a piedi nel cuore della notte un tratto di via della Magliana, a Roma, mentre sfuggiva al suo aguzzino, l’ex fidanzato reo confesso Vincenzo Paduano, che poco dopo l’ha cosparsa di liquido infiammabile, e le ha dato fuoco, uccidendola. L’hanno vista ma non si sono fermati“È stata bruciata viva”, hanno confermato gli inquirenti, “Sara ha chiesto aiuto a diversi automobilisti, ma nessuno si è fermato”. Identificati e rintracciati dagli inquirenti, i due conducenti avrebbero ammesso di avere notato la ragazza, riferendo tuttavia di non essersi accorti che stesse chiedendo aiuto.

La studentessa 22enne potrebbe essere ancora viva se chi è passato in quella strada e l’ha vista si fosse fermato per accertarsi su cosa le stesse accadendo: “Ci vuole coraggio da parte dei cittadini, da parte di chi passa e vede qualcuno in difficoltà, una telefonata al 113 è gratis: se si vedono cose strane è dovere chiamare forze ordine”, queste le parole del sostituto procuratore aggiunto, Maria Monteleone, nel corso di una conferenza stampa tenuta in Questura nella tarda mattinata di oggi.

“Invito le ragazze a denunciare e a non tenere nascoste condotte persecutorie e minacce e invito caldamente chi si imbatte in una ragazza che chiede aiuto, anche di notte, a non essere indifferente, a non voltarsi dall’altra parte, ma a fermarsi. Speriamo che una morte così orribile non sia inutile”, ha poi concluso.

Napoli Empoli video gol

Ultime notizie Napoli calcio: Mertens vicino al rinnovo, dopo l’Europeo la firma

Quadrophenia sequel, i The Who tornano al cinema 37 anni dopo: ecco le ultimissime