in ,

Sarah Scazzi, sentenza processo d’appello: confermato ergastolo per Cosima e Sabrina

Dopo tre giorni di camera di consiglio, è giunto il verdetto dei giudici della Corte d’Assise d’Appello di Taranto, chiamati ad esprimersi in merito al processo d’Appello per l’omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avretana strangolata il 26 agosto 2010. Cosima Serrano e Sabrina Misseri sono state giudicate colpevoli, anche nel secondo grado di giudizio, del reato contestatogli: la Corte ha dunque confermato l’ergastolo per le due imputate.

Condannato a 5 anni e 11 mesi, Carmine Misseri; l’ex legale di Sabrina Misseri, Russo Vito, a 1 anno e 4 mesi; Giuseppe Nigro a 1 anno e 4 mesi per favoreggiamento personale; assolti Colazzo Antonio e Prudenzano Cosima. Confermata la condanna di primo grado a 8 anni per Michele Misseri.

La Corte di Assise di Taranto aveva condannato all’ergastolo, con sentenza del 20 aprile 2013, le due imputate, Sabrina Misseri e la madre, Cosima Serrano, infliggendo 8 anni di reclusione a Michele Misseri per soppressione di cadavere, reato riconosciuto anche alle due donne.

Calendario Serie A

Serie A 2015/2016, diretta sorteggio: il calendario completo del campionato

consigli per la cura del viso

Cura del viso e corpo in estate, come essere bellissime in vacanza