in ,

Sarah Scazzi diario segreto: il cattivo presagio poco prima di essere uccisa

Sarah Scazzi diario segreto: parole inquietanti

Sarah Scazzi custodiva un diario segreto, la cui esistenza fu scoperta dalla madre Concetta subito dopo la scomparsa della giovane. Contenuti cupi e a tratti inquietanti quelli annotati dalla 15enne uccisa il 26 agosto 2010 dalla cugina Sabrina e dalla zia Cosima, così come due giorni fa ha sentenziato definitivamente la Corte di Cassazione, condannando all’ergastolo le due donne.

Alcuni stralci delle pagine di quel diario li ha pubblicati in esclusiva il settimanale Giallo. La giovane Sarah parla della sua infatuazione per Ivano Russo, lo stesso ragazzo di cui sua cugina Sabrina era invaghita, ‘movente’ del delitto per i giudici, secondo cui la Misseri avrebbe ucciso la cuginetta per invidia, perché Ivano iniziava a mostrare interesse per la giovane e bella Sarah.

Diario segreto Sarah Scazzi: la 15enne aveva previsto la sua morte?

La giovane scriveva così il 28 luglio 2010: “In questo periodo sono molto legata ad 1 ragazzo, che ha 27 anni, io ne ho solo 15 ma lui è dolcissimo con me e mi coccola sempre, si chiama Ivano, e lui piace anche a mia cugina Sabrina ma io non capisco se mi piace o se gli voglio solo bene come 1 amica…“. La mattina del 26 agosto 2010, poche ore prima di essere strangolata e uccisa, Sarah annotava: “Oggi ho avuto il dolce risveglio con il trapano, ieri sera poi sono uscita un po’ con Sabrina e la sua amica Mariangela, siamo andate in birreria per una red bull veloce, poi siamo tornate a casa e Sabrina come al solito si è arrabbiata xké dice che quando c’è Ivano sto sempre con lui, e ti credo almeno lui mi coccola a differenza sua, poteri avere il fidanzato così! Mah vabbé tanto ci sono abituata…”. 

>>> LEGGI TUTTO SUL CASO SARAH SCAZZI <<<

Ancora, un’ulteriore prova dei rapporti tesi con Sabrina: “Ciao, è da tanto che non ti scrivo ma Sabrina sta facendo proprio la stronza con me, non mi sta facendo uscire + la odio, e poi dice che sono io quella che fa la (incomprensibile, ndr), parla proprio lei, che mi pensa solo quando gli servono i favori, ma sì non vedo l’ora che arriva agosto così vengono Claudio e papà”.

Sarah Scazzi ossessionata dall’idea della morte: i temi scolastici

Sarah da quelle righe sembra ossessionata dalla morte, dagli omicidi, come se avesse un’inconscia premonizione di quello che le sarebbe accaduto. Sempre su Giallo si possono leggere anche alcuni passi dei temi scolastici della ragazzina: “In una famiglia avviene un terribile e misterioso omicidio. Qualcuno uccide una ragazza. Gli inquirenti sospettano una persona. Poi, due anni dopo, si scopre la verità: a uccidere la ragazza è stato suo padre che viene arrestato e confessa il delitto”.

In un altro tema inventa storie truci, frutto del suo inconscio: “Una signora terrorizzata da un incubo notturno seguito da una strana apparizione nella sua stanza racconta questa storia a Carmille che dice di averne vissuta una simile, ma ne è venuta fuori ricorrendo a un amuleto. Ma Carmille una notte scomparve senza essere mai più ritrovata”. Parole che alla luce di quanto è accaduto, fanno gelare il sangue.

life learning

Formazione continua, Life Learning: ecco la prima società edu-tech approvata dai Fondi Paritetici Interprofessionali

milano fashion week 2017, milano fashion week 2017 calendario, milano fashion week 2017 sfilate, milano fashion week 2017 vip,

Milano Fashion Week 2017 sfilate: tutti i vip arrivati in città [FOTO]