in

Sarah Scazzi processo bis: Ivano Russo nei guai per dichiarazioni in aula dell’ex compagna

Omicidio Sarah Scazzi processo bis: nuovi guai per Ivano Russo (tra i 12 imputati per falsa testimonianza al Gip) dopo le deposizioni in aula dell’ex compagna nonché madre di suo figlio. Secondo quanto la donna ha dichiarato ieri in aula nell’ambito del processo nato dalla costola del procedimento legato all’omicidio della giovane di Avetrana, sembrerebbe che Russo non abbia riferito la verità ai magistrati che indagavano sul delitto della povera Sarah. Come sappiamo infatti, Ivano disse agli inquirenti che nell’orario in cui avvenne l’omicidio (approssimativamente intorno alle 14 del 26 agosto 2010) lui era a casa sua e dormiva. Menzogne a detta della ex fidanzata, la quale sostiene che invece a quell’ora Ivano non fosse in casa. L’ex compagna di Ivano ha infatti riferito ai giudici che all’epoca il ragazzo le avrebbe confessato d’essere uscito di casa in quel pomeriggio.

ivano russo a processo

Al pm Mariano Buccoliero, Virginia Coppola ha raccontato di aver saputo che Ivano Russo era uscito di casa, proprio nei minuti in cui Sarah Scazzi veniva uccisa a casa Misseri, dall’allora fidanzata di Claudio Russo, fratello di Ivano. L’uscita di casa sarebbe avvenuta intorno alle 13:45. Non un orario qualunque, ma quello che secondo la ricostruzione processuale precedeva di pochi minuti il terribile delitto della ragazzina. Ivano sarebbe uscito di casa per comprare le cartine per confezionare le sigarette, per poi rientrare dopo una ventina di minuti. La circostanza, ha detto la testimone, le sarebbe stata confermata successivamente dallo stesso Ivano Russo. C’è però dell’altro: Russo le avrebbe anche raccontato di aver visto Sarah nel giorno in cui è stata uccisa; dove, a che ora e perché la teste non ha saputo precisarlo poiché Ivano non glielo avrebbe mai chiarito.

Leggi anche: Sarah Scazzi news Ivano Russo, intervista esclusiva di UrbanPost al suo avvocato: la verità sui rapporti con Sabrina Misseri

srah scazzi avvocato ivano russo

Circostanza questa mai chiarita, e che se venisse appurato corrispondere a verità, potrebbe confermare l’intenzione dell’imputato Ivano Russo di celare quanto fatto quel giorno. Perché? Se – come lui asserisce da sempre – è estraneo ai fatti – perché non dire di essere uscito di casa a quell’ora e di avere addirittura incontrato Sarah Scazzi quel giorno? Un pezzo di verità che, se riferita a tempo debito, avrebbe potuto permettere ai magistrati di ricostruire i fatti con più chiarezza. Ivano Russo è dunque reticente? E se sì, per quale ragione? I suoi difensori puntano molto sul fatto che la ex fidanzata asserisca il falso per colpirlo, mossa da acredine dovuta alla loro burrascosa separazione culminata in reciproche denunce.

Fedez età altezza peso

Chiara Ferragni e Fedez matrimonio: data e location scelta, le ultimissime

milano alalrme bomba davanti al tribunale

Allarme bomba oggi a Roma: evacuata una banca