in ,

Sassari: targa e documenti rilasciati dal Regno Sovrano di Gaia. Auto sequestrata

Avete mai pensato di voler vivere in un altro pianeta? A Sassari, in via Zanfarino, sostava abusivamente un’auto con una targa alquanto bizzarra. La Peugeot, rinvenuta la Polizia Municipale, riportava la sigla Rsg che dopo svariate indagini si è scoperto appartenesse al fantomatico “Regno di Gaia”. Anche nel parabrezza era esposto un contrassegno dell’assicurazione che presentava la medesima provenienza.

sassari targa falsa rsg

Immediatamente sono state avviate ricerche più accurate. L’auto non risultava registrata né negli archivi della motorizzazione civile né nelle pratiche dell’azienda assicuratrice. Le forze dell’ordine, hanno deciso così, di richiedere la rimozione del mezzo per effettuare ulteriori accertamenti. Qualcosa non tornava: non solo la targa e l’assicurazione sarebbero stati rilasciati dal Regno di Gaia ma anche il libretto, il tagliando e il certificato di proprietà.

Il proprietario, raggiunta la municipale ha ribadito: “I documenti non sono falsi, li ha rilasciati il Regno Sovrano di Gaia”. Una volta richieste, dalle autorità, le generalità del singolare sassarese, quando gli è stato chiesto dove risiedesse l’uomo ha così affermato: “Nel pianeta Terra…”. Il proprietario e i due accompagnatori hanno spiegato che loro non si riconoscono come cittadini italiani e quindi non vogliono essere nemmeno soggetti alle leggi vigenti nello stato. Loro non hanno intenzione di “continuare a essere schiavi del sistema e delle banche illegittime, pignorate, che hanno ingannato l’umanità per secoli”. Gli organi inquisitori hanno deciso di inviare tutto alla procura di Sassari. L’uomo dovrà rispondere davanti al tribunale italiano di molteplici accuse: falsificazione di targa, contraffazione dell’assicurazione e false generalità.

ucraina ultime notizie

Ucraina ultime notizie: aereo abbattuto, granate contro osservatori Ocse

israele gaza tregua

Gaza ultime notizie: la tregua non regge, suonano le sirene, bombardamenti e 8 morti