in ,

Sassuolo – Rapid Vienna 2-2 video gol, sintesi e highlights Europa League

Vittoria e primato nel gruppo F buttato alle ortiche nei minuti finali per il Sassuolo di Di Francesco. Avanti 2-0 dopo i primi 45′ i neroverdi erano in controllo del match e in testa al proprio raggruppamento fino al minuto 88 quando i neontrati Jelic e Kvilitaia hanno pareggiato il conto. Nell’altro match l’Athletic Bilbao ha avuto la meglio sulla capolista Genk. La classifica di uno dei gruppi più equilibrati di questa Europa League vede dunque Bilbao e Genk in testa a sei punti, Sassuolo e Rapid Vienna subito dietro a quota cinque. Prossimo appuntamento per il Sassuolo giovedì 24 novembre al San Mames di Bilbao.

=> CLICCA QUI PER ALTRI HIGHLIGHTS DI EUROPA LEAGUE

Un Sassuolo ampiamente rimaneggiato, per via dei numerosi infortuni, scende in campo con un insolito 5-3-2 e con un atteggiamento decisamente guardingo. Più corto e aggressivo il Rapid Vienna che mette in diffioltà i neroverdi sulle corsie, approfittando dell’inesperienza dei giovani Lirola e Adjapong. Il primo pericolo gli austriaci lo creano al 11°: cross di Schwab per la testa di Joelinton che da ottima posizione colpisce a lato, graziando Consigli.  Al 25° il Sassuolo reclama un rigore, apparentemente sacrosanto, Adjapong va via a sinistra serve Biondini che trova Defrel a centro area, il quale sul più bello viene atterato da Mocinic alle spalle. Per l’arbitro inglese non c’è nulla. Il Rapid prova a fare la partita, ma il Sassuolo resiste e nonostante un po’ di nervosismo colpisce al 33°. Bella palla di Biondini per l’inserimento di Defrel che da posizione defilata trova il vantaggio. Dopo il gol il Sassuolo legittima il vantaggio esprimendo il solito buon calcio e impedendo agli avversari di creare pericoli a Consigli. Sul finire di tempo, il Sassuolo trova anche il raddoppio grazie alla punizione di Pellegrini toccata in maniera decisiva da Ragusa.

Il Sassuolo rientrato in campo dall’intervallo è ancora più determinato di quello visto nella seconda metà della prima frazione. Scatenato Pellegrini, convincente anche nell’insolita posizione di playmaker, che ci prova con una punizione dai 25 metri sulla cui ribattuta del portiere si avventa Adjapong che però viene stoppato da Strebinger. I ragazzi di Di Francesco controllano il possesso e non dà modo agli avversari di tornare in partita. Al minuto 86, però, il neo entrato Jelic riapre la gara risolvendo una mischia in area emiliana, nata in seguito a un calcio di punizione. Poco prima del recupero avviene l’impensabile: azione manovrata del Rapid che arriva alla conclusione con Traustason, Consigli compie un mezzo miracolo però non può nulla sul tap-in vincente dell’altro subentrato Kvilitaia che fa esplodere gli oltre 2000 tifosi austriaci presenti questa al Mapei Stadium.

Dove vedere Roma Bologna

Austria Vienna – Roma video gol, highlights e sintesi, risultato finale 2-4

paola sinisgalli intervista

Paola Sinisgalli: storia di una creativa italiana a New York [INTERVISTA]