in

Savona, offende su Facebook i Vigili Urbani: 40 enne condannato

La vita dei Vigili Urbani non è certo facile. I poveri agenti della Polizia Municipale spesso vengono insultati dai cittadini solo per aver svolto il loro lavoro. Le multe non piacciono a nessuno e così, pur di non ammettere di aver sbagliato infrangendo una regola, i cittadini se la prendono con i Vigili. Questa volta l’insulto non è arrivato verbalmente, ma ben sì con un post su Facebook. Come ben si sa le parole scritte restano impresse e hanno un peso diverso da quelle dette a voce. L’uomo, residente in provincia di Savona, ha pagato duramente il suo sfogo contro i Vigili Urbani su Facebook. Il giudice lo ha obbligato a pagare una multa di 8000 euro per danni morali.

Leggi anche –> Domenico Diele pena ridotta in appello, minacce choc sui social: «Ti sfregiamo con l’acido!»

Cos’è successo tra l’uomo e i Vigili Urbani?

Un uomo di 40 anni residente a Loano, in provincia di Savona, ha pensato di sfogare la sua rabbia contro i Vigili Urbani a causa di una multa su Facebook. L’uomo ha postato il verbale e alcune frasi irrispettose nei confronti dei Vigili. Questo gesto ha spinto il sindaco del paese, Luigi Pignocca, a denunciare l’uomo per diffamazione, trasformando così un diverbio tra un pubblico cittadino e i Vigili in un caso legale. Una volta finiti in tribunale il giudice, lo scorso 28 maggio 2019, ha condannato il quarantenne a pagare una multa di ben 8000 euro per danni morali e rimborso spese. Dunque bisogna stare davvero molto attenti a cosa si decide di pubblicare sui sociale, perché è facilissimo violare la privacy degli altri e ritrovarsi così una denuncia a proprio carico.

Altri casi simili a quello di Savona

Il caso dell’uomo denunciato per aver insultato su Facebook i Vigili Urbani non è isolato, ma già in altre città d’Italia era successa la stessa cosa. A Palermo nell’ottobre 2018 un gruppo di agenti della Polizia Municipale, stanchi di ricevere insulti sui social, ha querelato un quarantenne ottenendo un risarcimento di mille euro, che è stato poi donato in beneficenza. A Torino, a marzo 2018, sono invece state denunciate ben 78 persone, colpevoli di aver commentato il post di un avvocato che aveva insultato i Vigili. «Scrivere su Facebook è come stare in piazza con un megafono. E le conseguenze delle offese possono essere davvero devastanti»: queste sono state le parole di un uomo pentitosi del gesto offensivo contro i Vigili Urbani della sua città.

Leggi anche –> Valentina Vignali, scontro con gli haters: «Tre settimane e torno come prima»

Annalisa su Maria De Filippi: «Dopo 10 anni ho capito la lezione, con lei ho imparato a rispettare la paura»

Marco Columbro in difficoltà economiche: il gesto inaspettato di Silvio Berlusconi per aiutarlo