in ,

Scadenza Imu dicembre 2017 data: chi deve pagare, chi è esentato e come calcolare le aliquote della seconda rata (INFO)

Scadenza Imu e Tasi dicembre 2017: entro quando si deve pagare la seconda rata? Come calcolare le aliquote? Chi non dovrà versare nulla e dunque sarà esentato? Chi invece dovrà versare la seconda rata di Imu e Tasi? Ecco tutto quello che c’è da sapere in vista delle scadenze fiscali del 2017.

Leggi anche: Tutte le scadenze fiscali dicembre 2017

Scadenza Imu e Tasi dicembre 2017

Secondo quanto comunicato dal Dipartimento delle Finanze, il 18 dicembre 2017 è fissato il termine per il versamento del saldo Imu e Tasi, le due imposte sulla casa che formano la IUC. Il Ministero, lo scorso novembre, ha diffuso alcune utili istruzioni su come calcolare la seconda rata Imu e Tasi dovuta per l’anno in corso. La naturale scadenza per il pagamento del saldo dei tributi locali, fissata al 16 dicembre di ogni anno, è oggetto di proroga di legge poiché cade di sabato. Si ricorda di controllare le delibere dei Comuni per prendere visione di variazioni di aliquote, riduzioni o esenzioni.

Scadenza Imu e Tasi dicembre 2017: chi deve pagare?

Per quanto riguarda il saldo Imu non devono pagare nulla i proprietari di abitazioni principali non di pregio (cioè non classificate come A/1, A/8 e A/9) e relative pertinenze agevolate, per le quali l’imposta è stata abolita.

Su tutti o quasi gli altri immobili l’Imu continua ad essere pienamente operativa almeno per quanto riguarda il saldo 2017. Per gli immobili non esclusi, la base imponibile si determina nel modo seguente:

Si parte dalla rendita catastale al 1° gennaio 2017 e rivalutarla del 5%. Il risultato va poi moltiplicato per il cosiddetto moltiplicatore che è diverso a seconda del tipo di immobile ed è pari a:

  • 160 per i fabbricati inseriti nel gruppo catastale A (ad esclusione di quelli A/10) e nelle categorie C/2, C/6 e C/7
  • 140 per i fabbricati censiti nel gruppo catastale B e nelle categorie C/3, C/4 e C/5
  • 80 per i fabbricati inseriti nelle categorie catastali A/10 e D/5
  • 65 per i fabbricati appartenenti al gruppo catastale D (ad esclusione della categoria D/5)
  • 55 per i fabbricati inseriti nella categoria catastale C1.
  • Per i fabbricati di interesse storico o artistico e per quelli dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, la base imponibile è ridotta del 50%.

Una volta ottenuta la base imponibile, questa va moltiplicata per l’aliquota per ottenere, in linea di massima, l’importo annuo da pagare.

Scadenza Imu e Tasi dicembre 2017: come trovare le Aliquote

Per conoscere in modo semplice e sbrigativo le aliquote in vista della scadenza Imu e Tasi dicembre 2017 ci saranno pochi passi da fare. Anzitutto basterà andare sul sito del Ministero dell’economia al portale “www.finanze.it” e cercate “fiscalità regionale e locale” e poi “Iuc” e ancora “Regolamenti e delibere..”. Giunti qui, basteranno altri clic e si troveranno le aliquote dei Comuni italiani.

Seguici sul nostro canale Telegram

video martina rossi 2 ragazzi a ccusati

Morte Martina Rossi, due ragazzi a processo: il video che li inchioda

Rock in Roma 2018 concerti: date, line-up, prezzo biglietti e prevendita

Rock in Roma 2018 concerti: date, line-up, prezzo biglietti e prevendita (INFO)