in ,

Scandalo a luci rosse: Benzema confessa il coinvolgimento nel ricatto a Valbuena

Il mondo del calcio sotto shock: l’attaccante del Real Madrid Karim Benzema ha confessato davanti al giudice il suo coinvolgimento nel ricatto sui video a luci rosse ai danni di Valbuena, centrocampista del Lione e suo compagno nella nazionale francese. Benzema è ora iscritto nel registro degli indagati e posto sotto controllo giudiziario: rischia sino a sette anni di reclusione per il reato di estorsione.

Lo scorso giugno Valbuena aveva ricevuto una telefonata anonima in cui veniva ricattato: al giocatore venivano chiesti 150 mila euro affinché non venisse diffuso un video a luci rosse con una donna con la quale ha avuto una relazione. Gli inquirenti ritengono che una persona molto vicina a Benzema sia stata contattata dagli estorsori e che l’attaccante del Real avrebbe avuto una feroce discussione con Valbuena lo scorso 5 ottobre – in occasione del ritiro della nazionale francese – durante la quale Benzema avrebbe spinto Valbuena a pagare i ricattatori.

Benzema, che da mercoledì era in stato di fermo negli uffici della polizia di Versailles, è stato trasferito davanti al pool di giudici di Parigi davanti ai quali ha ammesso di avere avuto un ruolo nello scandalo. Il giudice deciderà nelle prossime ore l’eventuale incriminazione dell’attaccante francese. Una vicenda che sta sconvolgendo il mondo del calcio e che potrebbe avere pesanti ripercussioni sul futuro di Benzema sia con la maglia del Real Madrid che con quella della nazionale francese in vista dei prossimi europei di cui la Francia sarà paese ospitante.

riforma pensioni 2016 Ape incontro con i sindacati

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Giuliano Poletti dice “no” ai tagli, continua il lavoro sulla flessibilità in uscita sostenibile

Giubileo offerte di lavoro 2015

Giubileo 2015 assunzioni: ecco le ultime offerte di lavoro a Roma