in ,

Scandalo Volkswagen: il gruppo ammette di aver falsificato i controlli sull’inquinamento

Brutte notizie in vista per il gruppo Volkswagen, dopo l’ammissione pubblica attraverso una nota stampa di aver manomesso i sistemi degli autoveicoli venduti negli USA, per frodare i controlli sull’inquinamento. Forse con il fine ultimo di rendere più “appeling” un’automobile in un mercato che non sembra amare molto il diesel.

Mentre gli Stati Uniti hanno provveduto ad avviare subito un’inchiesta penale, anche in Europa – secondo quanto riportato da La Stampa – c’è chi comincia ad avanzare la pretesa di una indagine “sul rispetto da parte delle case automobilistiche dei limiti sulle emissioni inquinanti”, come richiesto da Michel Sapin, ministro francese delle Finanze. Riferisce IlGiornale.it che il governo di Berlino preferisce prendere le distanze da quanto accaduto, mentre il Ministro dell’ambiente tedesco rende noto che la motorizzazione “valuterà se anche in Germania vi siano state analoghe manipolazioni”.

Cosa rischia ora il gruppo automobilistico? La prima pensante conseguenza è stato un crollo in borsa disastroso che ha portato il gruppo ad aprire alla Borsa di Francoforte con un – 22%. Ancora non è ben chiara l’entità della multa che Volkswagen sarà costretta a pagare: diverse fonti parlano di 18 miliardi di euro, che potrebbero essere ridotti a circa un miliardo. A tutto questo si aggiunge il rischio di denunce da parte di concessionari ed automobilisti.

Immagine tratta dalla pagina Facebook – Volkswagen Italia

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Old Wild West lavora con noi

Old Wild West lavora con noi nel 2015 a Livorno, Trento, Perugia e in altre città

Pronostici Serie A calcio, consigli sulle scommesse della 5a giornata