in

Scattano i saldi, è allarme shopping compulsivo: patologico come l’alcolismo

Domani inizieranno i saldi in tutta Italia e per l’8% degli italiani gestire l’indomabile desiderio di acquistare qualunque oggetto o indumento sarà impresa ardua. Sì, perché lo shopping compulsivo c’è, è reale e si manifesta in chi ne è affetto proprio come una malattia. A confermarlo il risultato di una ricerca condotta dal Centro Medico Santagostino di Milano, per la quale la smania di comprare senza freni “indica una incapacità di scegliere di non farlo”.

Lo shopping compulsivo ossessivo sarebbe patologico, proprio come l’alcolismo, a detta di Michele Cucchi, coordinatore dello studio e direttore del Centro Medico in questione: “Esiste una vera e propria patologia legata allo shopping: è identificata dalla incapacità di scegliere di non comprare. Quindi le persone che soffrono di tale disagio un po’ come gli alcolisti, un po’ come i giocatori d’azzardo, non possono fare a meno di comprare.” – ha spiegato l’esperto – “Seppur reputino il comportamento del tutto disfunzionale, alla fine non riescono a sottrarsi”.

Quando il diletto, lo svago, il piacere di farsi una coccola per ricevere una gratificazione emotiva diventano una ‘malattia’? “Quando le nostre giornate vengono scandite dall’acquisto come unica forma di gratificazione, è a quel punto che diventa evidente il problema”, ha spiegato il dottor Cucchi.

servizio pubblico inferno atomico

Servizio Pubblico: le mamme della Terra dei fuochi tornano a chiedere giustizia

Brindisi, altri 4 indagati per l’incendio sul Norman Atlantic