in ,

Schizofrenia sintomi: cause, caratteristiche e cure efficaci

Schizofrenia: cos’è e quali sono i suoi sintomi

La schizofrenia è una malattia mentale cronica e invalidante che colpisce il cervello. Chi soffre di questo disturbo può convincersi di sentire voci oppure che altre persone stiano leggendo la sua mente o confabulino contro di lui. Il soggetto si sente disorientato e impaurito e produce discorsi senza senso. Può, inoltre, rimanere seduto in silenzio per ore o camminare e parlare tutto il giorno. Tutte queste caratteristiche rendono la vita della persona molto complicata, molti non riescono a trovare lavoro o a costruirsi una famiglia e dei rapporti d’amicizia. La comunità scientifica ha suddiviso i sintomi in tre diversi gruppi: positivi, negativi e cognitivi. Positivi: perdita di contatto con la realtà, psicosi, allucinazioni, sentire voci, manie, disturbi del pensiero, disordini del movimento. Negativi: sono più difficili da riconoscere poiché riguardano il mondo delle emozioni e dei comportamenti, tra questi troviamo il parlare monotono senza muovere il viso, parlare poco o solo se obbligati all’interazione, mancanza di piacere durante la vita quotidiana, incapacità di sostenere o iniziare attività pianificate. Cognitivi: difficoltà a stare attenti e a concentrarsi, capacità di comprendere le informazioni ridotte, problemi nell’utilizzare informazioni subito dopo averle apprese.

Quali sono le cause?

La comunità scientifica si sta ancora interrogando su quali siano le cause specifiche della schizofrenia, ma sono molte le ipotesi al vaglio. La genesi di questo disturbo mentale potrebbe essere dovuta a diversi fattori, i quali potrebbero essere in grado di creare l’ambiente adatto allo sviluppo della patologia. Tra i fattori di rischio ci sono l’ereditarietà, eventi avversi occorsi durante il periodo di gestazione, stress ambientale e psicologico. Un altro fattore potrebbero essere gli agenti infettivi: il rischio di sviluppare la schizofrenia aumenta di sette volte se durante il primo trimestre di gestazione ci si ammala di influenza. Alcuni studi, però, concordano sul fatto che potrebbe essere la risposta anticorpale la causa e non l’infezione in sé. Altra possibile causa è il corredo genetico: secondo recenti studi, il rischio di sviluppare la schizofrenia aumenta di dieci volte tra i parenti.

Le cure efficaci contro la malattia

Ad oggi le cause della schizofrenia non sono ancora del tutto conosciute, per questo motivo le cure e i trattamenti si concentrano soprattutto sull’attenuazione dei sintomi. Tra i farmaci utilizzati vi sono gli antipsicotici, come quelli tipici quali Torazina, Prolixin, Trifalon e Haldon. Vi sono poi antipsicotici atipici, più recenti e che sono in grado di curare le allucinazioni, come la Clozapina. I farmaci in commercio sono molti. Come trattamento, invece, vi è l’approccio psicosociale, il quale mira a reinserire i soggetti affetti da schizofrenia che mostrano già una certa stabilità grazie alla cura farmacologica: terapia cognitivo-comportamentale, gestione della malattia, educazione familiare e riabilitazione sono tutte fasi attraverso cui l’individuo può tornare a una vita normale.

[dicitura-articoli-medicina]

Stranger Things 2 uscita, cast e trama: il Sottosopra, i nuovi personaggi e la vita di Will

Pensioni 2017 aspettativa di vita per Tito Boeri pericoloso bloccare l'adeguamento

Pensioni 2017 news: Inps e non solo, il Partito Pensionati attacca Tito Boeri