in ,

Sciopero generale, maxi corteo a Roma: i sindacati sfidano Matteo Renzi

È in corso lo sciopero generale indetto per oggi 12 dicembre da Cgil, Uil e Ugl. Cortei e manifestazioni in 54 città d’Italia per protestare contro il Jobs Act del governo Renzi. #CosìNonVa è lo slogan dello sciopero, che vedrà scendere in piazza i lavoratori, da Torino a Palermo. Si tratta di uno sciopero contro le misure della legge di Stabilità, le politiche economiche del governo e le ipotesi di riforma della pubblica amministrazione, e vedrà astenersi del lavoro tutte le categorie professionali, incluse quelle del trasporto pubblico.

A Roma è partito un maxi corteo – in testa il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, insieme al segretario generale della Cgil Roma e Lazio, Claudio Di Berardino – aperto dallo striscione con su scritto “Così non va, sul Jobs act, sulla legge di stabilità, sulle politiche economiche, sulla P.a. Abbiamo proposte concrete per cambiare l’Italia”. La manifestazione è partita da piazza dell’Esquilino e si è diretta a piazza Santi Apostoli, dove dalle 11.30 è atteso il comizio conclusivo. Lavoratori, pensionati e studenti scesi in piazza per far sentire il proprio grido di dissenso nei confronti delle politiche del governo Renzi.

Si sono uniti ai manifestanti anche i movimenti per la casa al grido di “blocchiamo la città” e “occupare non è reato. Ribaltiamo il piano casa di Lupi”. Chiuse la Metro A, B e C e lunghe attese per i bus. Traffico e rallentamento della circolazione stradale hanno indotto l’amministrazione comunale ad adottare misure di contenimento dei disagi: molte le pattuglie della polizia locale di Roma solitamente impegnate nelle zone periferiche della Capitale, messe a disposizione per eventuali interventi nel centro cittadino.

sciopero generale roma 12 dicembre 2014

caso yara ultime news

Pomeriggio 5, anticipazioni 12 dicembre: Yara Gambirasio, nessuna traccia nel furgone di Bossetti per i Ris

larrondo barreto

Europa League, Torino ai sedicesimi: le possibili avversarie