in

Sciopero Lufthansa, cancellati 1775 voli e pronti 3500 tagli

In corso oggi uno sciopero del personale di terra e di bordo della compagnia aerea tedesca Lufthansa: cancellati 1755 voli, il maggiore blocco del trasporto aereo in Germania dall’aprile 2010 (l’eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokull cancellò 100 mila voli in sei giorni).

lufthansa

Una protesta motivata dalla richiesta di un aumento del 5,2% dei salari da parte del sindacato tedesco Verdi, rappresentante di circa 33mila dipendenti della compagnia.

La richiesta non collima per nulla con l’attuale strategia della compagnia che prevede la riduzione dei costi del lavoro e un aumento delle vendite per aumentare l’utile operativo tagliando circa 3.500 posti di lavoro. Da qui la protesta che mette in forte difficoltà la compagnia che ha così commentato: “L’impatto economico dello sciopero  intenso, questo va oltre uno sciopero di avvertimento“.

Cancellata, all’aeroporto di Fiumicino, la quasi totalità dei voli Lufthansa a corto e medio raggio. Coinvolti nella soppressione dei voli, oltre 1.500 passeggeri che sono stati spostati su altri vettori o forniti di un vaucher per il pernottamento in albergo in attesa di una nuova partenza nella giornata di domani.

Piazza Pulita stasera in diretta tv su La 7: ospiti ed anticipazioni

Pd primo partito nei sondaggi

Governo di larghe intese, la rivolta dentro al PD e lo spettro scissione