in

Sciopero sanità 8 marzo, informazioni e modalità: le attività sospese

Non c’è tregua per gli scioperi in Italia. Nel mese di gennaio e poi in quello di febbraio 2019 le astensioni dal lavoro nel pubblico impiego sono state davvero molte e il mese di marzo non sarà da meno. Marzo 2019 si apre infatti con uno sciopero generale della Sanità nella giornata di venerdì 8. Si tratta di una “serrata” che porterà moltissimi disagi a causa della riduzione o sospensione di alcune attività di routine giornaliera nelle strutture sanitarie. Le sorprese del mese di marzo 2019 non si fermano al solo sciopero della sanità: sono tanti i settori che con l’arrivo della primavera hanno deciso di interrompere momentaneamente le loro attività con astensioni dal lavoro per il rinnovo dei relativi contratti. I settori interessati saranno quello aereo e quello della scuola.

Leggi anche –> Calendario scioperi trasporti, treni, febbraio-marzo 2019: date e città

Lo sciopero della sanità dell’8 Marzo

Venerdì 8 marzo 2019 è stato proclamato lo sciopero generale nazionale del personale dipendente del Servizio Sanitario Nazionale. Le aziende ospedaliere e sanitarie locali hanno avvisato i propri utenti che potrebbero esserci disagi nell’erogazione dei servizi sanitari e amministrativi. Come previsto dalla normativa vigente, saranno comunque garantiti tutti i servizi minimi essenziali previsti per il settore della Sanità e sarà data priorità alle emergenze e alla cura dei malati più gravi. Tra i servizi minimi essenziali ci sono: il pronto soccorso e i servizi legati alle problematiche della salute dei cittadini ricoverati (turni dei reparti) e non. Inoltre per tutti i pazienti negli ospedali, che non possono essere dimessi, sarà garantito il servizio mensa. Inoltre verranno svolti anche altri servizi di base come ad esempio i servizi di assistenza domiciliare, le attività di prevenzione urgente, la vigilanza veterinaria, le attività di protezione civile, le attività connesse alle funzionalità centrali termo-idrauliche e impianti tecnologici. I disagi sicuramente ci saranno, ma riguarderanno un numero minimo di servizi.

Altri scioperi del mese di Marzo 2019

Lo sciopero dell’8 marzo coinvolgerà anche tutto il comparto Istruzione e Ricerca. A comunicarlo è stato il Miur con una nota del 26 febbraio in cui chiarisce che lo sciopero coinvolgerà anche il comparto scuola e tutti i lavoratori, che siano a tempo indeterminato e determinato, con contratti precari e atipici. Dallo sciopero sono escluse le zone, settori e aree interessate da eventi sismici, calamità naturali e i settori, i comuni e le altre amministrazioni eventualmente interessate da consultazioni elettorali/referendarie. Per lunedì 25 marzo è stato indetto uno sciopero nazionale del trasporto aereo. I  diversi sindacati hanno stabilito che lo sciopero di lunedì 25 marzo del trasporto aereo durerà 4 ore. I sindacati hanno spiegato che: «Alla base dello sciopero c’è la situazione Alitalia, il cui esito non è affatto scontato, con circa 1500 addetti ancora in Cigs e la mancanza di un riscontro su alcune criticità gestionali e altre legate al costo del lavoro».

Leggi anche –> Atac Roma 2019 nuove assunzioni: oltre 200 posti di lavoro per autisti

Uniqlo nuova apertura a Milano, 300 posti di lavoro: come candidarsi

Francesco De Gregori contro la proposta della Lega: «Più musica italiana in radio? Mi sembra una str***ata!»