in ,

Sciopero supermercati 7 novembre 2015: negozi chiusi in tutta Italia, da Ikea a Coop

Brutte notizie per chi pensa di fare la spesa oggi: sono migliaia i supermercati e i negozi che sabato 7 novembre 2015 aderiscono a uno sciopero nazionale di ampia portata, proclamato dal personale per domandare a gran voce il rinnovo del contratto, scaduto da 22 mesi, e per difendere salario e diritti di fronte alla richiesta di turni di lavoro sempre più pressanti, in orario notturno, festivo e domenicale.

Indetto dalle sigle sindacali Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs Uil, lo sciopero coinvolge numerosi gruppi – Decathlon, Ikea, Coop, Carrefour, Rinascente, Upim, Coin e Oviesse – oltre a un certo numero di negozi aderenti a Confesercenti, Federdistribuzione e Distribuzione Cooperativa, a cui viene chiesto di sciogliere le trattative per il rinnovo dei contratti.

Mentre sui social impazza l’hashtag #Fuoritutti, è già in programma una seconda giornata di sciopero generale per il 19 dicembre.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Unghie tendenze autunno inverno 2015/2016, glassnails

Unghie tendenze autunno inverno 2015/2016: le più belle sono le glassnails, effetto vetro

caso yara processo news

Caso Yara news dal processo: sul giubbino traccia di sangue della sua insegnante