in ,

Sciopero Taxi Oggi: il sindacato sul piede di guerra, ecco le ultimissime

Continua lo sciopero Taxi degli ultimi giorni: anche oggi, nelle principali città italiane in cui è presente anche il servizio Uber, i tassisti non forniranno regolare servizio.  Ma attenzione, perché il sindacato chiede lo stop. Si tratta di uno sciopero che fa “danni irreparabili” alla categoria.  Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio,  propone una regolamentazione seria, ma la mobilitazione contro l’emendamento inserito nel Milleproroghe non si arresta. Ricordiamo che il motivo dello sciopero dei Taxi è un possibile ‘favoreggiamento’ a Uber e al servizio di noleggio con conducenti. In centinaia da tutta Italia si sono dati appuntamento per oggi, martedì 21 febbraio 2017, nella Capitale in concomitanza con l’inizio della discussione del testo alla Camera.

—> COME FUNZIONA UBER

Sciopero Taxi, i sindacati tirano il freno a mano: la protesta produce “danni enormi alla nostra categoria”, è l’appello lanciato da Loreno Bittarelli, presidente Uri (Unione radiotaxi italiani), e che sta regalando a Uber ben: “8 milioni di euro”. A Milano le tensioni hanno portato all’ennesimo episodio di tensione: alcuni tassisti hanno lanciato uova contro un’auto Ncc, l’uomo alla guida ha reagito minacciandoli con una pistola giocattolo.

—> LE ULTIMISSIME CON URBANPOST

I Sindacati, in relazione allo sciopero dei Taxi dell’ultima settimana, sottolineano come questa volta: “I tassisti non hanno seguito le nostre indicazioni, ma quelle di altri, che si propongono di rappresentare la categoria. Pertanto – ha concluso Bittarelli – la nostra onestà intellettuale ci impone di prendere atto di quanto avvenuto e fare un passo indietro, per dar modo ai tassisti di essere rappresentati da coloro ai quali si sono affidati in questi giorni”.

Street food ed eventi al Carnevale di Jesolo 2017

Carnevale Jesolo 2017: street food e divertimento per tutta la famiglia, ecco quando andare

I Fantasmi di Portopalo trama: Saro Ferro, come finirà la sua ‘tragedia’? Le anticipazioni